A soli 17 anni viene premiato per aver inventato una startup rivoluzionaria

Un ragazzo di soli 17 anni viene premiato per aver inventato una startup completamente rivoluzionaria. Scopriamo subito insieme di cosa si tratta.

Jeremiah Thoronka è un ragazzo nato durante i combattimenti della guerra civile in Sierra Leone. È cresciuto con la madre in un campo slum per sfollati, alla periferia della capitale Freetown. Non solo, ha vissuto in una situazione di disagio e povertà per diverso tempo.

Startup rivoluzionaria
Lampadine (Pixabay)

Per l’illuminazione ed il riscaldamento, la sua famiglia bruciava legna e carbone. Jeremiah ha potuto vivere sulla propria pelle e vedere con i propri occhi come quel genere di alimentazione energetica fosse inquinante e dannosa per la salute.

La combustione di quei materiali generava smog, causa di problemi respiratori. Inoltre, si faticava ad avere abbastanza luce.

La povertà energetica è un problema serio e reale in Sierra Leone. Solo una piccola parte della popolazione ha accesso all’elettricità. Nelle zone rurali del Paese invece, la maggior parte delle persone ricorre a metodi di illuminazione altamente inquinanti e pericolosi, come ad esempio le lampade a olio oppure i fuochi.

La forte necessità di legna da ardere, nel tempo, ha portato alla distruzione delle foreste e questo ha reso la Sierra Leone una zona altamente vulnerabile a fenomeni meteorologici estremi come frane o inondazioni.

Inoltre, le tecniche adottate dalle famiglie per riscaldarsi e illuminare le abitazioni, porta spesso a frequenti incendi domestici.

Tuttavia, sono stati proprio gli svantaggi e le difficoltà con le quali Jeremiah ha dovuto convivere che hanno alimentato la sua passione per le energie rinnovabili e la difesa del cambiamento climatico.

LEGGI ANCHE >>> Una torre che produce acqua… dall’aria! Ecco l’incredibile idea di un giovane italiano

Una passione che crea energia elettrica

Energia elettrica (Pixabay)

Jeremiah Thoronka ha frequentato l’African Leadership University in Ruanda. Durante il suo periodo di studi, ha lanciato una start-up rivoluzionaria chiamata Optim Energy.

La sua idea innovativa è in grado di trasformare le vibrazioni dei veicoli, il passaggio dei pedoni sulle strade e il traffico in generale, in corrente elettrica.

Si tratta a tutti gli effetti di un nuovo metodo ecologico per produrre energia. Tuttavia, si distingue dalle classiche fonti di energia rinnovabili conosciute poiché, riesce a generare energia senza contare sulle condizioni metereologiche.

Inoltre, non ha bisogno di nessuna batteria o collegamento elettrico esterno per funzionare. Il progetto Optim Energy è già stato testato attraverso un programma pilota di successo realizzato nei quartieri in cui Jeremiah è cresciuto.

Con l’utilizzo di solamente due dispositivi, la start-up è riuscita a generare elettricità e a fornirla gratuitamente a oltre 150 famiglie e più di 15 scuole.

DA NON PERDERE >>> Scarti che diventano energia: ecco l’idea geniale di un 27enne

Un premio riconosciuto a livello mondiale

Jeremiah Thoronka (positizie.it)

Grazie all’ingegno, la dedizione e l’impegno avuto nel cercare di produrre un impatto positivo e reale sulla società e nella vita delle altre persone, Jeremiah è stato premiato al Global Student Prize.

Si tratta di un riconoscimento a livello mondiale che viene assegnato ogni anno agli studenti più meritevoli. La vittoria del giovane 17enne è stata annunciata il 10 Novembre 2021 dalla sede dell’UNESCO a Parigi, in Francia.

Inoltre, le sue eccezionali doti e la sua geniale startup rivoluzionaria gli sono valsi una vincita di ben 100.000 dollari!

Il giovane imprenditore ha creato qualcosa di sensazionale che può aiutare concretamente nella lotta contro l’inquinamento. Dulcis in fundo, il ragazzo ha deciso di utilizzare il premio in denaro per espandere Optim Energy e raggiungere oltre 100.000 persone entro il 2030.

Un giovane ingegnoso e nobile

Energia pulita (Pixabay)

Ma non è finita qui perché, questo ragazzo fenomenale non si è fermato. Attualmente, Jeremiah è impegnato nello sviluppo di collaborazioni per espandersi anche nel settore sanitario.

Un ambito, quest’ultimo, in cui c’è tanto bisogno di energia soprattutto per la conservazione dei medicinali e per assicurare luce sufficiente per la cura dei pazienti anche dopo il tramonto.

Jeremiah è anche diventato un membro attivo dell’Academic Academic Impact Millennium Fellow delle Nazioni Unite. La sua idea è stata votata come start-up energetica più innovativa 2020 dal Major Group on Children and Youth delle Nazioni Unite e dall’Obiettivo di sviluppo sostenibile 7 Youth Constituency.

Inoltre, è uno dei primi 100 giovani africani leader per la salvaguardia dell’ambiente del WWF. A soli 17 anni ha creato una startup rivoluzionaria che produce energia pulita dal traffico. Premiato come miglior studente dell’anno, tutti hanno riconosciuto il suo valore e le sue potenzialità.

TI CONSIGLIAMO ANCHE >>> Scopri il più grande impianto di energia pulita d’Italia l Ecco dove si trova

È un chiaro esempio di come è possibile riuscire a sfruttare le proprie doti, in linea con gli ideali. Anzi, Jeremiah è stato spinto proprio dal desiderio di voler migliorare la vita delle persone che sono costrette a vivere dei disagi non indifferenti, come ha sperimentato lui stesso.

Impostazioni privacy