5 specie di animali straordinari che rischiano l’estinzione

La Lista Rossa dell’IUCN (Unione Internazionale per la Conservazione della Natura), ogni anno viene aggiornata con le specie a rischio estinzione. Ecco quali sono gli animali straordinari che potrebbero non esserci più. 

Il rischio estinzione resta molto alto per svariate specie animali e vegetali. Sono moltissime quelle che potrebbero scomparire, a causa anche dell’uomo e del suo impatto sull’ambiente.

Idrosauro (foto: Scott Corning)

Secondo quanto riportato dalla Lista Rossa dell’IUCN (Unione Internazionale per la Conservazione della Natura), al momento sono oltre 38.500 le specie che sono minacciate dall’estinzione. Nel dettaglio: il 41% sono anfibi, il 26% mammiferi, il 14% uccelli, il 37% squali e razze, il 28% crostacei, il 34% conifere e il 33% coralli.

Ogni anno la Lista Rossa viene aggiornata con le nuove specie a rischio estinzione o mostrando la situazione di quelle già presenti nell’elenco, che può variare in un range che va da “rischio minimo” a “estinto“.

LEGGI ANCHE >>> Chi sono i custodi degli ecosistemi? Ecco le specie chiave per la sopravvivenza di tutti

Nel 2021, in seguito al Congresso Mondiale sulla Conservazione tenutosi a Marsiglia, l’IUCN ha comunicato le novità della sua Lista Rossa. In particolare, quest’anno il Drago di Komodo è passato da “vulnerabile” a “in pericolo di estinzione”. A minacciare questa specie sono il riscaldamento globale e l’aumento del livello dei mari. Nei prossimi 45 anni, infatti, questi fattori porteranno a una riduzione del 30% dell’habitat di questo animale.

Ma ci sono tantissime altre specie che sono a rischio estinzione, secondo la Lista Rossa. Vediamo quali sono alcuni degli animali straordinari presenti nell’elenco.

5 animali straordinari a rischio

Oltre al Drago di Komodo, purtroppo sono oltre 500 le specie di animali e piante che rischiano di sparire per sempre dalla Terra. Alcuni sono categorizzati come “amazing animals” (animali straordinari), ecco quali sono i più curiosi.

1- Il coccodrillo catafratto

Coccodrillo catafratto (foto: J. Thorbjarnarson)

Si tratta di un coccodrillo che vive nelle zone occidentali dell’Africa e rappresenta una delle cinque specie che si trovano nel continente. E’ in pericolo critico di estinzione, inoltre è inserito tra le specie di cui è proibito il commercio nella Convention on International Trade of Endangered Species.

Secondo IUCN è minacciato da: sviluppo commerciale e residenziale, agricoltura e acquacoltura, produzione di energia e attività estrattiva, caccia e pesca, dighe, inquinamento, alterazione e instabilità dell’habitat, cambiamento climatico.

2- Tartaruga dal guscio molle gigante dello Yangtze

Tartaruga guscio molle (foto: Tim McCormack)

Una tartaruga molto particolare e rara, diffusa in Cina e Vietnam. Ne sono noti, pensate, solamente tre esemplari al mondo: per questo è categorizzata come specie in “pericolo critico”.

Anche nel suo caso, sono numerose le minacce alla sopravvivenza: dall’espansione delle aree industriali all’acquacoltura marina, dallo sfruttamento delle energie rinnovabili all’estrazione mineraria, dalle attività ricreative umane all’inquinamento, fino agli eventi estremi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Il “fantasma delle montagne”: trovato dopo 3 anni di lunga attesa

3- Opossum pigmeo

Opossum pigmeo (foto: Linda Broome)

Il suo nome completo è opossum pigmeo di montagna. Si riteneva che fosse ormai scomparso da migliaia di anni, ma negli anni ’60 del 1900 ne venne trovato per caso un esemplare in una stazione sciistica.

E’ uno dei mammiferi più rari del mondo, si pensa ne esistano solamente 2.000 esemplari ed è minacciato da estrazione di rocce, sviluppo di impianti sciistici e legati al turismo, infrastrutture, incendi.

4- Vombato dal naso peloso

Vombato dal naso peloso (foto: Queensland Derm)

E’ noto anche come yaminon ed è una delle tre specie di vombato. Al momento ne esistono solamente 80 esemplari, che vivono in un’area di 3km quadrati nel Parco Nazionale di Epping Forest (Queensland).

Anch’esso rientra tra i grandi mammiferi più rari al mondo ed è minacciato da: coltivazioni, allevamento del bestiame, incendi, siccità.

5- Microcebo di Madame Berthe

Lemure (foto: Russell A. Mittermeier)

Si tratta di una specie di lemure del Madagascar, si trova nella parte occidentale dell’isola e in particolare nella foresta di Kirindy. Il suo nome deriva dalla ricercatrice Berthe Rakotosamimanana, originaria dell’isola.

E’ il più piccolo lemure e scimmia al mondo. E’ fortemente minacciato da coltivazioni non legate al legname e disboscamento.