Sostanze dannose per la salute: se usi anche tu questa crema smetti all’istante

Avere consapevolezza dei prodotti beauty è fondamentale. Ci vuole davvero poco, infatti, a rovinare la nostra pelle, proprio come è accaduto con questa crema colorata. 

La BB cream è davvero un ottimo alleato per le donne che prediligono ogni giorno una copertura leggera sul viso, senza stravolgere troppo i connotati. Basta applicare un filo di prodotto sul volto per avere una pelle più compatta e luminosa senza dover perdere più di cinque minuti in bagno, specialmente sei di fretta tutte le mattine.

Crema colorata
Fonte: Canva

Ecco perché ormai ne troviamo davvero di tutti i tipi in profumeria. Le creme colorate, insomma, funzionano proprio perché riescono a mantenere la freschezza del trucco e dell’incarnato, anche dopo un’estenuante giornata lavorativa fuori casa.

Sembra davvero una formula magica, eppure, bisogna fare molta attenzione ai trucchi ed alle marche quindi che scegliamo di acquistare. E non è detto che spendere di più equivalga ad avere un prodotto di qualità superiore rispetto ai rossetti o alle bb ceam che troviamo a buon mercato anche a 5 euro.

Insomma, avere consapevolezza dei prodotti beauty è fondamentale. Ci vuole davvero poco, infatti, a rovinare la nostra pelle, proprio come è accaduto con questa bb cream, dopo un recente test effettuato in Germania.

La crema colorata Biotherm che non piace ad Öko-Test

Biotherm è uno dei marchi beauty più apprezzati dalle donne, anche perché fa parte della famiglia L’Oréal dal 1970. I prodotti – che costano anche tanto – hanno davvero una marcia in più nella maggior parte dei casi. Non si può dire lo stesso però della Biotherm Aquasource BB Cream SPF 15 che la rivista tedesca “Öko-Test” ha bollato negativamente.

Biotherm bb cream bocciata
Fonte: Sito Biotherm

Il test condotto dai ricercatori, infatti, rilevato come la crema colorata contenga al suo interno plastica e interferenti endocrini, cioè delle sostanze chimiche capaci di alterare l’equilibrio ormonale di tutti gli organismi viventi, anche di noi umani. Ma vediamoli tutti nel dettaglio.

Il primo elemento sospetto è l’Ethylhexyl Methoxycinnamate, un filtro UV – perché le creme da giorno proteggono anche dai raggi solari – facente parte proprio degli interferenti endocrini. Questa sostanza fa durare e mantiene al meglio la stabilità e le formulazioni della bb cream. Tuttavia se ne sconsiglia l’uso, se non al di sotto del 10%

Il secondo è Butilidrossituoluene (BHT) che è considerato anche lui un possibile interferente endocrino. Il BHT è un antiossidante primario usato per prevenire e ritardare tutti i cambiamenti di odore, colore o struttura a contatto con l’ossigeno.

La crema colorata di Biotherm ha anche siliconi e paraffine che possono contenere sostanze cancerogene. In questi caso i ricercatori non hanno riscontrato la presenza di idrocarburi di oli minerali aromatici (le sostanze cancerogene incriminate), ma non è un suo segno comunque inserire paraffine nei propri prodotti.

Attenzione ai prodotti
Fonte: Canva

Infine, la plastica liquida, per mescolare olio e acqua, è stato l’ultimo composto rilevato nella crema. Questa plastica a base di petrolio garantisce un’efficacia maggiore dei principi attivi del cosmetico. Tuttavia, anche in questo caso, si tratta di una sostanza sintetica cancerogena, come ha evidenziato il governo degli Stati Uniti.