Soffri di reflusso gastrico? Ecco bevande e cibi nemici: evitali per smettere di soffrire

Il reflusso gastrico è diventato un vero incubo? Ecco i cibi e le bevande che devi assolutamente evitare per smettere finalmente di soffrire.

Almeno una volta nella vita ti sarà capitato di sperimentare quella sensazione davvero molto fastidiosa che genera il reflusso gastrico. C’è chi l’ha provata in rare occasioni, chi invece ci convive letteralmente poiché si tratta di qualcosa di persistente.

reflusso gastrico
(Pixabay)

Per quest’ultima categoria la vita risulta esasperante poiché, soprattutto dopo aver mangiato, ci si ritrova a dover sopportare quella fortissima sensazione di acidità e bruciore che si avverte proprio a livello della gola.

Tutto ciò è purtroppo determinato dalla risalita dei succhi gastrici, dal nostro stomaco, fin sopra l’esofago. Fino a quando si tratta di situazioni limitate nel tempo, e che si presentano con una frequenza molto sporadica, tutto ciò può anche essere tollerato.

Il problema purtroppo sorge qualora questa condizione si trasformasse in cronica. In tal caso conviverci diventerebbe davvero qualcosa di insopportabile. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, questa patologia si presenta a causa di abitudini alimentari errate.

In che modo mangiare in caso di reflusso gastrico

Fortunatamente esistono piccoli accorgimenti che possono essere adottati per correggere lo stile di vita, e soprattutto alimentare, andando così a contrastare l’insorgere del reflusso gastrico.

(Pixabay)

La prima cosa da tenere a mente è quella che riguarda la quantità di cibo presente all’interno dei pasti. Questo poiché, pasti troppo abbondanti potrebbero rallentare la digestione, e di conseguenza lo svuotamento dello stomaco, andando così ad incorrere in problemi di reflusso.

È consigliabile quindi fare più pasti nell’arco della giornata, ma con dosi di cibo inferiori, e inoltre mangiando alimenti il più possibile digeribili. Tuttavia, in linea generale, non ci sono cibi proibiti ed è quindi possibile mangiare tutto in maniera moderata. In caso di infiammazione dell’intestino, dello stomaco o dell’esofago è bene solamente fare attenzione a tutti quei cibi esageratamente acidi come ad esempio: limoni, arance, kiwi, o pomodori.

Il rapporto con le bevande

Se si soffre di reflusso gastrico è altamente sconsigliato consumare bevande durante i pasti, soprattutto se gassate. Per quanto riguarda invece la tipologia dei liquidi da dover assumere è preferibile optare sempre per l’acqua liscia, oppure per delle tisane.

(Pixabay)

Ci sono alcuni decotti in particolare che potrebbero aiutare molto in caso di reflusso, favorendo così anche la digestione, tra queste troviamo:

  • decotto di malva;
  • camomilla;
  • tisana allo zenzero;
  • tisana alla liquirizia;
  • tisana al mirto.

Condurre uno stile di vita e di alimentazione il più possibile salutare è ciò che serve per riuscire a sconfiggere il problema del reflusso gastrico in maniera definitiva. Ricorrere ai farmaci senza effettuare radicali cambiamenti nella propria quotidianità rappresenterebbe un’azione inutile e a lungo andare deleteria.