Gas alle stelle? Ecco il metodo per risparmiare tanti soldi in cucina

Il gas alle stelle rende difficile persino immaginare di cucinare. Tuttavia, esiste un metodo semplice ed efficace capace di far risparmiare sulla bolletta milioni di metri cubi di gas. 

Anche cucinare, una tra le passioni più comuni degli italiani, può diventare un incubo col rincaro del gas. Ormai tutti sappiamo, infatti, quanto sia aumentata a dismisura la spesa destinata all’energia ed al riscaldamento. Ma il gas, a meno che non abbiate un piano cottura ad induzione, serve soprattutto per cucinare.

Gas alle stelle
Fonte: Canva

Se abbiamo risolto – in parte – il problema del gas con l’arrivo della bella stagione, di certo, non possiamo smettere di nutrirci. Si potrebbe pensare anche di condurre una dieta crudista, ma se siete team piatto di pasta filante e fumante, non è questa la soluzione che fa per voi. Anche se rappresenta in molti casi un vero e proprio salasso economico pagare la bolletta, non si può per ora fare affidamento solo sulle fonti di energia rinnovabili.

I tempi e le infrastrutture sono quasi del tutto assenti in Italia e la stessa Unione Europea impiegherebbe ben 8 anni anni prima di affrancarsi del tutto dal gas, specialmente quello russo. Cucinare però, oltre a sostentarci, rappresenta un momento di convivialità, scoperta e relax, un po’ meno quando c’è da lavare piatti e stoviglie e varie, ma il concetto è quello insomma.

La soddisfazione di aver preparato qualcosa di buono e di genuino partendo da zero, è davvero impagabile. Come far conciliare quindi una passione ed una necessità al gas alle stelle? Potremmo parlare direttamente col presidente russo Vladimir Putin, ma è molto improbabile che ci conceda perfino udienza. Allora, facciamoci furbi e proviamo a risparmiare con questo metodo alternativo ed estremamente efficace.

Fuochi spenti e niente più gas alle stelle

La cottura a fuochi spenti è una vera rivoluzione in cucina. Tendiamo ad immaginare, infatti, che senza una costante fonte di calore sotto la pentola o padella, la nostra pietanza non cuocerà mai come si deve. Ma non è assolutamente così, quante volte, anzi, proprio per tenere il fornello acceso più quanto necessiti abbiamo rischiato anche di bruciare il soffritto o una frittata?

Cucinare a fuochi spenti
Fonte: Canva

Il calore, infatti, non scompare nel momento in cui si spegne il fuoco, e ci permette di godere almeno di 5 minuti buoni di cottura senza consumare gas. Quando fate cuocere la pasta, ad esempio, spegnete il fuoco una volta che l’acqua arrivata al punto di ebollizione e continuate la cottura con un coperchio. Il calore latente farà il resto.

Fornelli spenti
Fonte: Canva

Si risparmierebbero all’incirca 5 euro annui, ma il vero risparmio sta nei ben 62 milioni di metri cubi di gas in meno che l’Italia importerebbe in un anno. Che ci permetterebbe di essere meno dipendenti dal gas russo.