Ecco i segreti per risparmiare acqua in casa

Durante le nostre giornate in casa, siamo soliti sprecare diversi litri di acqua senza nemmeno rendercene conto. Essendo un bene non illimitato, è di vitale importanza imparare e risparmiarla, sia per il bene delle nostre tasche, che per quello del pianeta.

L’acqua è senza alcun dubbio uno dei beni più preziosi presenti in natura. Quando a casa facciamo piccoli gesti come lavarci i denti o farci la barba non ci rendiamo conto che, se non chiudiamo il rubinetto mentre lo facciamo, sprechiamo tantissimi litri.

Risparmiare acqua in casa
Chiudere il rubinetto quando non si utilizza l’acqua (Foto Pixabay)

La lista delle cose che giornalmente mettiamo in atto e per le quali sprechiamo acqua è lunghissima. Questo, probabilmente perché abbiamo l’errata idea che sia infinita e che non ci costi poi tanto in bolletta. Purtroppo entrambe le convinzioni sono errate.

LEGGI ANCHE >>> Idee per riutilizzare l’acqua piovana e risparmiare risorse e denaro!

Diventa alquanto fondamentale che tutti, in casa e fuori, impariamo a mettere in atto quei semplici e piccoli gesti che possono aiutarci a ridurre lo spreco di un bene tanto prezioso per il sostentamento di ogni essere vivente.

Risparmiare acqua in casa non è difficile, basta solo avere un po’ di attenzione nello svolgimento di tutte quelle azioni giornaliere che compiamo in modo totalmente automatico.

5 consigli per imparare a risparmiare l’acqua in casa

Risparmiare acqua in casa con la doccia
Chiudere la doccia quando ci si insapona fa risparmiare fino a 10 litri di acqua (Foto Freepik)

Il rubinetto andrebbe sempre chiuso quando l’acqua non viene utilizzata. Questo vale per ogni volta che laviamo i piatti, che ci laviamo i denti o che ci radiamo. Chiudere il rubinetto tra un utilizzo e l’altro equivale a risparmiare dai 10 ai 12 litri di acqua.

Riutilizzare l’acqua ogni volta che si può è un modo utile per risparmiare litri di acqua che invece andrebbero sprecati. Possiamo riutilizzare l’acqua che con la quale laviamo i nostri cibi per innaffiare le piante, o quella dei condizionatori per lavare i pavimenti.

TI CONSIGLIAMO ANCHE >>> Acqua in bottiglia o del rubinetto? La scelta è determinante

Si consiglia di acquistare in casa sempre elettrodomestici di classe A+. Questo vi consentirà non solo un risparmio in termini di acqua ma anche un risparmio di energia elettrica. Questo tipo di elettrodomestici, infatti, consumano meno di quelli di fascia inferiore.

Lavatrice e lavastoviglie vanno mandate solo a pieno carico. È importantissimo controllare sempre che i filtri siano puliti in modo che l’elettrodomestico funzioni sempre al suo meglio. Anche la temperatura di lavaggio è importante per un risparmio ottimale. In lavatrice 50-60 gradi vanno più che bene.

Da non dimenticare: non dormiamo sotto la doccia! È vero, risulta così gradevole stare sotto il getto dell’acqua calda, non possiamo negarlo. Di fatto, però, ogni minuto di rubinetto aperto consuma dai 6 ai 10 litri di acqua.

Se vi piace ascoltare la musica mentre siete sotto la doccia, magari cercate di fare tutto nel giro di 3 o massimo 4 canzoni. Avrete anche il tempo di godervi un po’ di calore e di relax!

Impostazioni privacy