Tulips: Cos’è e come funziona il nuovo progetto per convertire il settore più inquinante al mondo

Presto partirà finalmente un progetto completamente innovativo che convertirà, per sempre, il settore più inquinante al mondo. Scopriamo subito insieme di cosa si tratta.

Gli aerei sono attualmente i mezzi di trasporto più inquinanti al mondo. Per essere alimentati, necessitano di quantità di carburante spropositate. Inoltre, volare produce ed emette nell’atmosfera dosi di CO2 elevatissime, più di qualunque altro mezzo esistente.

Il settore più inquinante al mondo
Aeroplano (Pixabay)

Per questa ragione, una delle fasi essenziali affinché avvenga una transizione ecologica funzionale, è quella di agire proprio su questo settore dedicato al trasporto. A tal proposito, è nato un nuovo progetto europeo: TULIPS.

Si tratta di un’iniziativa finanziata da Horizon 2020, con uno stanziamento di 25 milioni di euro. Il tutto è stato ideato da un consorzio europeo di cui fanno parte il Politecnico di Torino e l’aeroporto di Caselle.

LEGGI ANCHE >>> Scopri il più grande impianto di energia pulita d’Italia l Ecco dove si trova

Un progetto che convertirà il settore più inquinante al mondo

Aereo (Pixabay)

A Gennaio 2022, il piano verrà attivato sotto la guida del Royal Schiphol Group, la società di gestione degli scali di Amsterdam e Rotterdam. La missione sarà quella di migliorare la sostenibilità degli aeroporti attraverso lo sviluppo di innovazioni che facilitino la transizione verso una mobilità a basso impatto ambientale.

Verranno testate nuove tecnologie che contribuiranno ad azzerare le emissioni di carbonio e la produzione di rifiuti all’interno degli aeroporti entro il 2030. Inoltre, si punterà ancora più in alto cercando di raggiungere l’obiettivo di un’aviazione climaticamente neutra entro il 2050.

Nello specifico, gli esperti del Politecnico di Torino, in collaborazione con l’aeroporto piemontese, stanno lavorando per introdurre l’idrogeno come nuova fonte energetica.

Ciò verrà reso possibile grazie all’utilizzo del biochar, un materiale molto versatile. L’intento da raggiungere sarà, dunque, quello di arrivare a produrre combustili sostenibili da utilizzare nell’ambito dell’aviazione.

TI CONSIGLIAMO ANCHE >>> Ecco la prima città italiana che avrà un quartiere “carbon negative”

Le soluzioni per raggiungere gli obiettivi climatici europei sono davvero tante e presto avremo delle prove evidenti del loro impatto positivo sull’ambiente. Secondo le previsioni degli esperti, i risultati ottenuti attraverso le nuove tecnologie e le nuove forme ecologiche ideate, contribuiranno alla decarbonizzazione del settore dell’aviazione.

Si renderanno, così, gli aeroporti realmente sostenibili. Si lavorerà per introdurre i nuovi combustibili su larga scala. Sarà migliorata la tecnica di riutilizzo dei materiali spingendo l’intero settore verso un’ottica di economia circolare.

Le innovazioni e le nuove tecnologie TULIPS promettono un esito estremamente positivo e applicabile in ogni aeroporto europeo. Ci auguriamo che sia davvero così, sperando che il settore dei trasporti più inquinante, possa trasformarsi in uno dei migliori esempi di transizione ecologica e sostenibile.