La scultura di legno più grande al mondo fa, letteralmente, paura

Il Leone Orientale è una statua realizzata in legno: si tratta della scultura più grande al mondo fatta di questo materiale. Ecco dove si trova e qual è il suo significato. 

In moltissime parti del mondo ci sono sculture imponenti, di fronte alle quali ci sentiamo molto piccoli. Pensiamo agli enormi Buddha che si trovano in alcuni Paesi dell’Estremo Oriente, alla Statua della Libertà di New York o al Cristo Redentore di Rio de Janeiro.

Leone orientale
Leone orientale (foto: mybestplace.com)

Oltre a queste celeberrime opere, però, ce ne sono alcune meno note ma altrettanto ricche di fascino. Tra loro si nasconde anche la più grande scultura in legno mai realizzata al mondo: il Leone Orientale.

Si tratta di un gigantesco leone ruggente, situato nella piazza centrale della città di Wuhan in Cina. Il significato di quest’opera è molto toccante. Il leone, per la cultura cinese, è simbolo di protezione.

Molti di questi animali sono infatti posizionati all’ingresso di diversi palazzi imperiali, come nella Città Proibita di Pechino. Il Leone Orientale è stato realizzato dall’architetto cinese Dengding Rui Yao ed è diventato un vero e proprio punto di riferimento per la città.

Si erge imponente dalla Fortune Plaza Times Square ed è stato riconosciuto anche dal Guinness World Record, appunto, come la più grande opera in legno esistente.

LEGGI ANCHE >>> Questa pianta cinese si è evoluta…per nascondersi dall’uomo!

Come è stata realizzata l’opera

Leone orientale
Leone orientale (foto: mybestplace.com)

Il Leone Orientale è unico nel suo genere. Nonostante si trovino molte opere raffiguranti tali animali, infatti, questa è stata ricavata da un solo tronco: misura ben 14,5 metri di lunghezza, 5 metri di altezza e 4 metri di larghezza.

Per realizzarlo, sono stati necessarie 20 persone impegnate per oltre 3 anni. Il corpo del leone ruggente è stato ricavato da un’enorme sequoia che in origine si trovava in Myanmar.

L’architetto che l’ha ideato, infatti, ha scelto di costruirlo interamente nel Paese della regione indocinese per poi trasportarla fino alla capitale della provincia cinese di Hubei: un viaggio lungo ben 4.500 chilometri. L’opera è arrivata a Wuhan nel 2015.

Leone orientale
Leone orientale (foto: mybestplace.com)

Dal momento che è un simbolo di protezione, il leone rappresenta la potenza in grado di tenere lontani gli spiriti malvagi. Per questo motivo, è stato accolto con grande favore da parte della popolazione di Wuhan ed è divenuto in poco tempo il nuovo simbolo della città.

Insomma, un’opera spettacolare che non può non catturare lo sguardo di qualsiasi persona passi per la piazza di Wuhan. La scultura in legno del Leone Orientale, infatti, oltre a essere un simbolo per la città è anche davvero impressionante e non passa inosservata.

LEGGI ANCHE >>> Perché gli egizi mummificavano i gatti? Ecco la verità