Spesa sostenibile? Ecco i farmers market, scopriamoli

Conosci i farmers market? Sono i mercati contadini, diffusissimi in Italia: una bella occasione per fare una spesa sostenibile, con prodotti freschi e genuini.

Oltre l’universo di supermercati e centri commerciali in cui ogni giorno possiamo trovare tutto senza troppo sforzo, esiste una storica tradizione presente in tantissime zone d’Italia. Si tratta della spesa genuina e sostenibile, pronta a tornare alla ribalta.

farmers market
Farmers market (foto: Rodnae productions/Pexels)

I “farmers market“, o più semplicemente mercati contadini sono un’occasione che permette anche di conoscere direttamente i produttori agricoli del territorio e di farsi raccontare da loro la storia di un determinato prodotto.

Un luogo di ritrovo affascinante, che consente di entrare in contatto con la natura e di trovare un’offerta sana e genuina. Negli ultimi anni si è sviluppata una maggiore sensibilità all‘origine del prodotto e all’aspetto salutistico.

Tuttavia, la loro origine è da ricercare nei piccoli centri di provincia: le campagne dove i piccoli produttori ancora oggi lottano per sopravvivere alle grandi aziende e dove, fortunatamente, la popolazione apprezza da sempre i prodotti filiera corta o a chilometro zero.

LEGGI ANCHE >>> Sardegna in autunno: cibo, feste e tanto altro!

I mercati contadini in Italia

mercato contadino
Mercato contadino (foto: Alesia Kozik/Pexels)

In provincia di Milano e nell’hinterland della città, ad esempio, sono presenti mercati biologici o a chilometro zero patrocinati dal Comune oppure legati a associazioni del territorio come Legambiente, Campagna Amica, Slow Food e Coldiretti.

Da Cinisello Balsamo a Cesano Boscone, da Cologno Monzese a Desio, da Segrate a Sesto San Giovanni: sono tantissimi e ricchi di prodotti deliziosi. Attenzione, però, ai giorni e agli orari di svolgimento, i quali sono diversi in base al singolo mercato.

Altra città peculiare é Bologna; qui sono presenti numerosi mercati con prodotti legati al territorio: dai tipici bolognesi a quelli reggiani, modenesi o romagnoli. D’altronde, l’Emilia Romagna è una regione ricca di prelibatezze che raccontano tutta le genuinità dei prodotti della terra. Una filiera di prossimità, dove la qualità è garantita.

LEGGI ANCHE >>> Basta frutta e verdura vendute in contenitori di plastica: ecco dove

Ancora, Firenze è ricca di farmers market: da quelli organizzati dalle associazioni di categoria come Coldiretti e Cia, agli appuntamenti settimanali pomeridiani della rete di Genuino Clandestino Firenze, fino al mercato rurale e artigianale della Fierucola. Tantissimi spazi dove il prodotto toscano la fa da padrone.

Infine, non possiamo dimenticare Torino, dove i mercati rappresentano una vera e propria tradizione, tanto da contarne una quarantina. Due esempi storici sono quello di Porta Palazzo in piazza della Repubblica, il mercato scoperto più grande d’Europa, e il Balòn, un peculiare mercatino delle pulci.