Perché la dieta mediterranea senza prodotti bio potrebbe creare infertilità?

Una dieta mediterranea, ricca di frutta e verdura, è sana, ma non se questi alimenti sono stati esposti a pesticidi. Da questi, infatti, derivano molti rischi per la salute umana.

E’ noto che frutta e verdura sono fondamentali per una dieta equilibrata e “sana”. Tuttavia, se esposti ai pesticidi, questi alimenti potrebbero avere minori effetti benefici e portare al rischio di sviluppare alcuni disturbi.

Gravidanza (foto: Pixabay)

Questo, almeno, secondo quanto riportato dai ricercatori dell’Università di Oslo (Norvegia). Gli scienziati norvegesi sono partiti dall’evidenza per cui un’esposizione ai pesticidi è legata a varie malattie, mentre l’assunzione di cibi biologici è stata associata a esiti positivi per la salute dell’organismo.

Fin qui nulla di nuovo. I ricercatori, però, si sono interrogati sull’impatto delle differenti diete sull’uomo. Per questo, hanno confrontato la dieta mediterranea con quella tipica occidentale. Ma anche la tipologia di cibo stesso: quello convenzionale e quello biologico.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Attenzione alla spesa | Ecco quale duro colpo ci attende

Dunque, hanno preso in esame le urine dei partecipanti allo studio, che si erano sottoposti alle diverse diete e tipi di alimenti. L’obiettivo é stato quello di verificare i livelli di residui di pesticidi presenti e quindi comprendere il peso delle diverse modalità di alimentazione.

I risultati dello studio

Frutta e verdura (foto: Pixabay)

I soggetti sono stati assegnati, quindi, a due differenti alimentazioni: il primo gruppo si è cibato per due settimane con una dieta mediterranea composta da cibi biologici, mentre il secondo con una dieta mediterranea composta da cibi convenzionali.

Prima e dopo le settimane di studio, tutti i partecipanti hanno assunto una dieta tipica occidentale con cibi convenzionali.

Dai risultati è emerso che nel periodo di studio, i soggetti che avevano mangiato cibi biologici avevano livelli di residui di pesticidi più bassi del 91% rispetto all’altro gruppo.

Inoltre, nei soggetti che, dopo aver mangiato cibo convenzionale con dieta occidentale sono passati ad una dieta mediterranea convenzionale, si é notato un aumento significativo della concentrazione di residui di pesticidi nelle loro urine.

LEGGI ANCHE >>> Consigli preziosi per ogni donna per mangiare bene ad ogni età

Dunque, il cambiamento da una dieta occidentale a una mediterranea è stato associato all’aumento dell’esposizione a insetticidi e pesticidi. Mentre l’assunzione di cibi biologici ha ridotto questo valore in tutti i gruppi presi in esame.

La ricerca non è andata oltre ma, secondo chi ha condotto lo studio, questa evidenza potrebbe indurci a pensare che la dieta mediterranea basata su alimenti non biologici aumenti il rischio di incorrere in alcune malattie.

Molti dei pesticidi sintetici rilevati nello studio sono “sostanze chimiche interferenti endocrine (EDC) confermate o sospette“: queste ultime potrebbero impedire ai nostri ormoni di svolgere il loro lavoro, imitandoli, e quindi creare problemi di fertilità.