Scopri tutto quello che puoi fare con la buccia di patata

In Italia la buccia di patata viene trattata come scarto alimentare e abitualmente cestinata. In molti non sanno, infatti, che la stessa è adatta ad essere riutilizzata in tanti modi diversi, soprattutto in cucina.

Tutti noi sappiamo che la maggior quantità di fibre si trova sempre nella buccia delle verdure e della frutta. Anche per la patata vale lo stesso discorso.

buccia patata
le patate bollite con la buccia mantengono il loro apporto di vitamina C (fonte Pixabay)

Nella sua buccia sono presenti grandi quantità di ferro, di potassio e vitamine E e C. La carenza di ferro è una delle più frequenti, soprattutto nelle donne. La patata può quindi essere un valido aiuto per colmarla, almeno in parte.

La vitamina C si trova in quella parte di polpa sottostante la buccia che si butta quando viene pelata. Possiamo assimilarla semplicemente bollendo la patata, magari per preparare un puré, intera, con la buccia. Quando andremo a pulirla, verrà via solo una finissima pellicola e la polpa rimarrà integra.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Quanto cibo sprechiamo ogni giorno? Un’occasione per riflettere

Per utilizzare la buccia in sicurezza è necessario prestare attenzione a non usarla quando è verde. Questo, infatti é il segnale della presenza della solanina, alcaloide tossico che si concentra nelle parti verdi e nei germogli.

Ecco come riutilizzare la buccia di patata

Bucci di patata
La buccia di patata va lavata e asciugata bene prima di utilizzarla (fonte Pixabay)

Per poterla riutilizzare, è importantissimo lavare le patate accuratamente sotto l’acqua corrente, pulirle da ogni traccia di terra ed asciugarle bene. Cerchiamo di acquistarle, se possibile, provenienti da agricoltura biologica.

Un classico per la patata è quello di finire nell’olio bollente e fritta. La stessa cosa si può fare con le bucce. Il gusto è molto simile a quello della classica chips. Anche nella versione più leggera, in forno, il risultato è davvero apprezzabile.

TI CONSIGLIAMO ANCHE >>> Cibo letale: le preparazioni industriali aumentano il rischio di morte

Anche al di fuori della cucina, si possono riutilizzare gli scarti della patata. Con il suo notevole apporto di amido diventa un vero toccasana per la bellezza dei capelli.

Si può creare un impacco per i capelli che dia loro nutrizione e forza. Siccome però l’amido tende a scurirsi, non è consigliabile utilizzarlo sui capelli molto chiari.

Gli scarti della patata possono rivelarsi utili anche nel giardinaggio. Ottimi come fertilizzante naturale, basterà versarli in un barattolo con dell’acqua e, dopo 2 giorni di riposo, utilizzare quell’acqua per innaffiare le nostre piante.

Che dire, gli utilizzi della buccia di patata sono vari e numerosi: allora, perché non provare?