Bonus carburante, a chi spetta e come utilizzarlo per pagare meno tasse

È stato approvato il bonus carburante ma come bisogna fare per accedervi? Ecco tutto quello che c’è da sapere a riguardo.

Finalmente arriva una piccola gioia in questo triste periodo di crisi. Di che si tratta? Sicuramente è qualcosa che sarà utile a moltissime persone, lavoratori e anche aziende.

bonus carburante
(Pixabay)

Come ben sappiamo la benzina ha subito un forte aumento, ha raggiunto prezzi davvero esorbitanti tanto da mettere purtroppo in ginocchio la gran parte degli italiani. Proprio per contrastare tutto ciò, il governo ha deciso di venirci incontro in un certo qual modo. Come?

Di recente ha approvato un nuovo decreto contente diverse misure volte proprio a cercare di risollevare il Paese da questo tragico momento. Tra le varie norme è stata prevista anche l’introduzione di un “bonus carburante” valido fino al raggiungimento di un tetto massimo di 200 euro.

Sicuramente è una notizia positiva e da prendere in considerazione ma come capita spesso con le nuove leggi, anche queste sono alquanto difficoltose da interpretare. Infatti, quello che tutti si stanno domandando è: a chi spetta questo incentivo? In che modo è possibile accedervi?

Ecco tutto quello che c’è da sapere sul bonus carburante

La prima cosa che bisogna sapere riguardo il bonus carburante è che è stato ideato appositamente per tutti quei dipendenti che lavorano presso le aziende private. Nello specifico ogni azienda che ne fa richiesta può cedere direttamente ai propri dipendenti, a titolo completamente gratuito, dei voucher aziendali destinati all’acquisto di carburante.

(Pixabay)

Ogni lavorate può ricevere incentivi che raggiungono un valore massimo di 200 euro. Questa tipologia di bonus presenta anche alcuni vantaggi, il primo è quello di essere esente da tasse. Infatti, per tutto l’anno 2022 non concorre in alcun modo alla formazione del reddito finale.

Inoltre questo credito è cumulabile anche con altri sostegni ricevuti, e sempre relativi al tema carburante. Per usufruirne è tuttavia necessario mostrare le fatture relative alle spese sostenute per comprovare la veridicità della richiesta.

A chi spetta l’incentivo carburante?

Il bonus carburante, come abbiamo accennato all’inizio, spetta esclusivamente ai lavoratori dipendenti all’interno del settore privato. Toccherà però direttamente alle aziende richiedere il bonus carburante e poi decidere se erogarlo ai propri dipendenti o meno.

(Pixabay)

Lo stato ha inoltre previsto l’esenzione delle tasse corrispondenti ai voucher per tutte quelle attività disposte a concederli ai propri lavoratori. Questo vantaggio renderà sicuramente più accessibile e fruibile l’utilizzo del bonus sia da parte delle aziende che degli impiegati.

Senza ombra di dubbio è un piccolo aiuto e spiraglio di luce che offrirà un po’ di speranza in questi momenti difficili per l’intero Paese.