La tecnologia 5G salverà il mondo? Ecco la verità

Per tutti quelli che pensano che il 5G potrebbe essere la definitiva supremazia della tecnologia sull’uomo, aprite le orecchie: potrebbe davvero contribuire al miglioramento del pianeta. Sì, ma come? 

Ebbene sì, la tecnologia 5G potrebbe essere oggi la soluzione di domani. Lo rivela uno studio condotto dalla società Ericcson, la quale spiega come questa tecnologia ridurrebbe le emissioni di CO2 del 20%!

5G
Tecnologia e Uomo (Foto Pixabay)

La ricerca, inoltre, stabilisce che entro il 2030, circa il 40% delle soluzioni per la riduzione dei gas serra si baserà sulla connettività fissa e mobile.

Si stima addirittura che, questa nuova forma di rete mobile, permetterà il risparmio di circa 170 milioni di tonnellate di anidride carbonica, che equivale a eliminare circa 35 milioni di veicoli nel mondo!

Sappiamo realmente cos’è il 5G?

Sembra tutto fantastico, ma prima di sapere che il mondo è salvo, non sarebbe meglio conoscere le caratteristiche del nostro super eroe?

TI CONSIGLIAMO ANCHE >>> Gli italiani sono davvero “smart”? Ecco lo studio che analizza il caso

Bene. Il 5G è una tecnologia di nuova generazione, la quale, a differenza dei suoi predecessori 4G, 3G e 2G, sarà uno strumento di connessione non solo per i cellulari, ma anche per altri dispositivi elettronici.

Mondo iperconnesso
Mondo iperconnesso (Foto Pixabay)

Il suo potere consiste principalmente nell’aumento della velocità di connessione: in altri termini, l’input inviato verrà recepito molto prima dalla macchina e lo scambio sarà più fluido.

Il motivo è semplice: invece dei classici sistemi hardware custoditi nei nostri dispositivi, il 5G sfrutterà le antenne come veicolo di comunicazione.

Il 5G controllerà le nostre menti?

È lecito pensare a questo punto che le onde elettromagnetiche utilizzate per alimentare questo strumento siano pericolose per la nostra salute.

La verità è che, ad oggi, nonostante non esistano delle prove certe, si sa per certo che il 5G viaggerà a frequenze molto alte rispetto ai predecessori. In più, questi raggi non sono abbastanza forti per poter penetrare nel tessuto epidermico umano.

Tecnologia 5G
Tecnologia 5G (Foto Pixabay)

È anche per questo motivo che, il centro di ricerca per lo studio contro i tumori, lo IARC, ha individuato l’esposizione a questi raggi come “possibilmente cancerogeni”. Così come tanti altri elementi che ci circondano.

I sogni son desideri: quanto dovremo aspettare?

Una volta svelato l’arcano, possiamo realmente preoccuparci del fatto che, a fine 2020, il livello di copertura del 5G erano solo del 15% e forse nel 2027 raggiungeranno il 75%.

TI CONSIGLIAMO ANCHE >>> Uso o abuso dei social media: ecco gli effetti della nuova dipendenza di oggi

In questo modo, la lotta per la riduzione delle emissioni serra diventa ancora più difficile e in  ogni caso, non si potrà contare solo sui progressi informatici per la risoluzione di un problema davvero complesso.

Noi restiamo comunque fiduciosi. Di cosa? Di quello che ogni giorno, nel bene più che nel male, siamo riusciti a creare. Detto questo, un po’ di modalità aereo non fa male a nessuno!