Se non pulisci bene il condizionatore puoi stare male: “Ecco cosa devi fare”

L’arrivo del caldo spinge tutti ad accendere l’aria condizionata, ma non sempre pulire semplicemente i filtri batte ad evitare spiacevoli inconvenienti.

Abbiamo sempre pensato che bastasse pulire i finti e spolverarli e invece non è solo questo che occorre.

condizionatore

Ormai l’estate è alle porte ed è il caso di accendere i condizionatori. Le giornate più calde stanno arrivando e quindi è necessario non farsi cogliere impreparati e porre rimedio. La pulizia dei condizionatori non è certo una cosa semplice infatti bisogna farla in determinati modi per ottenere risultati soddisfacenti.

Come pulire i condizionatori nel modo giusto per respirare aria fresca e pulita

E’ vero che quando arrivano le temperature torride pensato solo a poter respirare aria fresca, ma è fondamentale respirare anche aria pulita. Il filtro, per intenderci deve essere privato non solo della polvere, ma anche di tutti i batteri che si annidano all’interno. I cosiddetti finti a maglie infatti sono un vero e proprio covo di sporco e batteri.

Vediamo come procedere per avere risultati brillanti. Se ad esempio i condizionatori vengono molto utilizzati durante l’estate allora è il caso di pulire diverse volte il filtro perché una sola, prima dell’accensione, potrebbe non essere necessaria d evitare spiacevoli episodi.

condizionatore
Foto da Canva

Nel dettaglio bisogna prima estrarre i filtri e pulirli con l’aspirapolvere, poi con acqua tiepida e infine disinfettarli con prodotti naturali come l’aceto e il bicarbonato. Se il filtro risulta troppo sporco allora occorre compiere questa azione almeno una volta al mese. e usare, nel caso di sporco davvero importante, anche una spazzola morbida con detergente.

Con i filtri a carboni attivi il discorso è diverso, vanno cambiati ogni 6 mesi in quanto la sola pulizia non basta a risolvere il problema. Gli split, i filtri interni, anche devono essere puliti con acqua tiepida e sapone neutro per poi asciugarli e riposizionarli dove erano. Non dimenticate poi il motore esterno che deve essere spolverato e pulito con un hanno umido. La pulizia del motore è fondamentale per avere un condizionatore efficiente e che duri.

Esistono in commercio anche altre modalità di pulizia del condizionatore come gli spray igienizzanti. Questi in realtà sono necessari più alle aziende che alle abitazioni. Basta infatti pulire come abbiamo descritto per ottenere un risultato buono. E’ lo stesso Ministero della Salute a consigliare una pulizia di griglie e filtri dei condizionatori mediante acqua e sapone o al massimo con alcol etilico al 75% quindi senza prodotti ricchi di inutili profumi e detergenti!