Conosci la permacultura? Tutti i benefici di questa pratica

La permacultura può portare a nuovi stili di vita, più focalizzati sul rispetto della Terra e dei suoi abitanti. Ecco in cosa consiste e come è possibile praticarla.

Una società basata sul rispetto della natura, dove ogni essere vivente può convivere serenamente e in armonia provvedendo al proprio fabbisogno senza danneggiare l’ambiente. Un sogno nel cassetto, irrealizzabile? Forse no, se pensiamo di praticare la permacultura.

permacultura
Permacultura (foto Pixabay)

Questo termine è stato coniato dal biologo Bill Mollison insieme all’agronomo David Holmgren, negli anni ’70. All’inizio si riferiva a un “sistema integrato ed evolutivo di specie animali e vegetali perenne o auto-perpetrante“. Richiamava quindi il concetto di agricoltura permanente, ovvero sostenibile e in particolare auto-sufficiente.

Negli anni, la permacultura ha poi compreso l’idea di tutti quei terreni progettati per “riprodurre gli schemi e le relazioni presenti in natura, in grado di produrre abbondanza di cibo, fibre ed energia al fine di provvedere ai bisogni locali“. Dal concetto di agricoltura sostenibile, quindi, si è passati a comprendere quello di cultura.

Ma come si realizza, concretamente, la permacultura? Agendo sulla progettazione di un ambiente seguendo principi ecologici, si può dare vita a un ecosistema produttivo che rispecchia la diversità, la stabilità e la flessibilità degli ecosistemi naturali.

Come fare permacultura

edifici bioedilizia
Edifici inseriti nel contesto verde (foto Pixabay)

In sintesi, la permacultura è un sistema armonico che integra l’uomo con l’ambiente e i suoi elementi. Un ecosistema basato su questo concetto riflette quanto più possibile quello naturale, dunque deve essere pensato per rispettare l’ambiente ma anche i bisogni delle persone.

Gli insediamenti umani sono quindi sostenibili, tutelano il territorio e sono in grado di soddisfare il fabbisogno alimentare della comunità che ci abita. La permacultura può essere applicata al proprio orto, al terrazzo o al giardino ma in senso più ampio anche nei villaggi rurali e nelle abitazioni di campagna o di montagna.

Il concetto è molto semplice: per fare permacultura in casa si può creare un piccolo orto domestico partendo da alcuni vasi con ortaggi, inalate o erbe aromatiche. Se si ha a disposizione un balcone, si possono mettere mensole, ripiani o graticci dove posizionare le nostre colture. I benefici e la soddisfazione dell’alimentazione basata sui frutti del proprio orto sono innumerevoli!

Ma si può anche parlare di edifici in permacultura. Si tratta di strutture che si inseriscono perfettamente nel contesto naturale, in armonia con la vegetazione intorno. Vengono pensate secondo i principi dell’architettura bioclimatica e hanno come obiettivo la creazione di un sistema quanto più auto-sufficiente possibile.