Pane raffermo? Riutilizzalo dall’antipasto al dolce: ricette golose a costo zero

Pane raffermo? C’è un modo per non buttarlo e ridargli vita in tante ricette diverse, sfiziose e veloci. Si può anche far tornare come appena sfornato. I nostri consigli per riutilizzare il pane vecchio in 4 ricette che ti sorprenderanno.

Una cucina no waste è quella che riesce a riutilizzare anche quelli che potrebbero sembrare dei semplici scarti alimentari. Il pane vecchio spesso diventa uno di questi e nelle realtà rurali lo si utilizza con le galline, facendolo diventare un valido mangime.

pane raffermo
Foto Pixabay

Nelle realtà urbane, invece, la maggior parte delle volte le persone decidono di gettarlo via, al più di portarlo in qualche parco per dar da mangiare i piccioni o le papere dei laghetti. Comportamento sicuramente nobile, ma sarebbe meglio riuscire a riutilizzarlo in casa.

Qualche decennio fa il pane raffermo, tra le mura domestiche, lo si utilizzava per preparare il pane grattugiato, che viene impiegato in decine di ricette, dai fritti ai piatti gratinati o che devono una piccola parte croccante. Adesso i più preferiscono comprarlo pronto.

Comportamento che va ad aumentare i rifiuti di plastica, perché il pangrattato industriale viene venduto in comode ed inquinantissime bustine usa e getta. Un ritorno al riutilizzo casalingo eviterebbe l’aumento dei rifiuti oltre ad un valido risparmio monetario.

4 ricette gustose per ridare vita al pane raffermo

In tanti però ignorano che il “pane duro” può essere utilizzato anche per ricette più elaborate, che vanno dal primo al dolce, e che niente hanno da invidiare a ricette preparate con ingredienti più freschi. Ne ho selezionate 4 per voi, semplici e golose.

1- Bruschette al pomodoro

Bruschette di pane
Foto Pixabay

Le bruschette al pomodoro sono il modo più semplice di riutilizzare il pane raffermo e rappresentano un antipasto gustosissimo. Basterà tagliare il pane, inumidirlo leggermente con un pennello con dell’acqua  e poi metterlo a scaldare nel forno per qualche minuto. Io le amo classiche, con l’aglio grattato, il pomodoro e un filo d’olio, ma nelle bruschette si può mettere di tutto.

2- Gnocchi di pane raffermo

gnocchi di pane
Foto Pixabay

Con il pane raffermo si possono preparare dei deliziosi gnocchi. Sono delle semplici palline preparate con la mollica del pane ammorbidita con latte e uova (1 per circa 250 gr di pane) e spolverate con un po’ di noce moscata e Grana Padano. Io le cuocio in brodo di carne e poi le servo con la besciamella. Fritte diventano un ottimo finger food.

3- Polpette di verdure

polpette di verdure
Foto Pixabay

Le polpette di verdura e pane raffermo seguono la stessa ricetta di quelle con la carne. L’unica differenza è che si preparano con le verdure saltate in padella. Il pane va rigorosamente ammorbidito con il latte. Questo piatto è il modo migliore per far mangiare le verdure ai bambini, o almeno è quello che ho sempre usato io.

4- Torta di mele e pane raffermo

torta di mele
Foto Pixabay

La torta di mele e pane raffermo è i motivo principale per cui io, il pane vecchio, non lo butto mai. Mi do così la scusa per poter assaporare un dolce davvero ottimo, perfetto per la colazione.  Per questa ricetta non si può andare ad occhio, quindi ecco tutti i passaggi.

Ingredienti: 250 gr di pane raffermo, 3 mele verdi, 300 ml di latte tiepido, 130 gr di zucchero, 2 uova medie a temperatura ambiente, 8 gr di lievito per dolci, scorza di limone bio, burro e farina per la teglia da forno. Procedere come segue.

  • Ammorbidiamo il pane spezzettato nel latte. Se abbastanza duro dovrebbe assorbirlo tutto. Mentre attendiamo montiamo le uova con lo zucchero, fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Uniamo la scorza di limone grattugiata e il lievito.
  • Sbucciamo le mele e tagliamole a pezzetti o a spicchi, secondo il nostri gusto, quindi aggiungiamole all’uovo montato. Uniamo in ultimo anche il pane ormai bagnato. Mescoliamo in modo da amalgamare il tutto, delicatamente.
  • In una teglia da forno, che avremo precedentemente imburrato e cosparsa di pane grattugiato, versiamo il composto ottenuto e livelliamolo con un mestolo. Spolveriamolo in superficie con altro pane grattugiato e cuociamolo in forno preriscaldato e statico per 45 minuti a 180°. Prima di sfornare fare la prova dello stecchino. Lasciar freddare e gustare.

Come abbiamo visto, con il pane raffermo si può preparare un menù completo che va dall’antipasto fino al dolce. Una cucina completamente anti-spreco. Produrre meno scarti alimentari è un passo importante verso la cura del pianeta.