Il pane integrale è dietetico? Facciamo chiarezza una volta per tutte

Friabile e profumato, quanti conoscono davvero i benefici del pane integrale? E’ ottimo per le diete, oppure può causare malessere? Sfatiamo il mito del pane dietetico, perché c’è molto di più da sapere.

Il pane integrale è spesso incluso nelle diete per chi vuole perdere peso, ma anche come tipologia di pane con caratteristiche particolari. Ebbene, solo una di queste due affermazioni è veritiera, ma al di là di ciò, è necessario fare qualche approfondimento sulle sue proprietà e perché sarebbe meglio assumerlo in quantità moderate. Se comunemente ne fai uso, oppure vuoi rivoluzionare il tuo modo di mangiare questo alimento, informati in maniera completa per non causare un danno alla tua salute.

pane integrale vantaggi e svantaggi
fonte: creato da Canva

Innanzitutto, è proprio di salute che dobbiamo parlare. Perché non è detto che un prodotto che “si dice faccia bene”, allora di conseguenza garantisce dei benefici a chi ne fa uso. Appunto, l’effetto dipende proprio dal fabbisogno giornaliero dell’individuo, dalla sua predisposizione al cibo e dalla routine.

Le intolleranze non sono roba da poco. Infatti, capita che si passi al pane integrale perché le altre tipologie causano malessere, ma potrebbe accadere anche il contrario.

Quindi, per non perdere alcuna informazione in merito a questo prodotto, è bene sapere le sua caratteristiche, i pro e i contro.

Cosa comporta mangiare pane integrale: sfatiamo il mito!

La prima domanda che sorge spontanea è la seguente: il pane integrale viene aggiunto alle diete perché fa dimagrire? Assolutamente, no! Sfatiamo il primo mito, che non è l’unico proprio perché sono altre le ragioni che fanno sì che un nutrizionista lo inserisca in una dieta. Al tempo stesso, bisogna tenere conto di queste “altre ragioni” perché è proprio in queste che ci possono essere delle contrindicazioni per alcuni individui. Così, si rischia di realizzare l’effetto opposto.

pane integrale cosa sapere
fonte: creato da Canva

Le due tipologie di pane, quello con la farina 0 e quello integrale causano la stessa percentuale calorica, circa 250 Kcal per ogni 100g di prodotto. Ma c’è una ragione del perché quello integrale viene inserito nelle diete. Questo è ricco di fibre e quindi di conseguenza è più salutare.

Se considerassimo un chicco di cereale abbiamo tre parti. La prima è quella esterna, la seconda interna, e la terza si chiama endosperma, ciò comporta una condizione che rende diverso questo prodotto da quello fatto con la farina più raffinata. E’ nel processo di raffinazione che la parte interna e quella dell’endosperma vengono eliminate.

Peccato che sono proprio quelle che contengono la crusca e tutti i vantaggi, quindi vitamine del gruppo E e B, minerali, antiossidanti , carboidrati e proteine, le cosiddette fonti di energia. Sono palesi i vantaggi che lo rendono protagonista nelle diete, ma proprio come il pane comune non può essere consumato in grandi quantità.

La frase “ne mangio un po’ di più perché è dietetico” non deve assolutamente esistere! Perché fa ingrassare allo stesso modo, e se viene assunto in eccessiva misura causa un effetto contrastante perché è fonte di zuccheri, e persone diabetiche devono fare molta attenzione.

Allora, conoscevi queste informazioni su questo alimento? Bisogna informarsi prima di modificare il piano alimentare, perché ognuno ha il suo fabbisogno. Ci vediamo al prossimo mito da sfatare!