Sporcizia, cibi scaduti e falsi prodotti doc: incredibile scoperta del Nas nei supermercati

I Nas sono entrati in azione per smascherare una brutta situazione, ma quello che hanno scoperto è stato davvero incredibile.

Il lavoro che viene svolto dai carabinieri del Nas è davvero importante poiché i loro controlli sono mirati a proteggere i consumatori, garantendo loro la sicurezza alimentare e la tutela della salute.

NAS
(Pixabay)

Per tutte queste ragioni le loro ispezioni risultano fondamentali, proprio come nel caso che stiamo per raccontare. Un avvenimento accaduto di recente a Parma. Le forze dell’ordine, probabilmente in seguito a diverse soffiate, hanno deciso di passare all’azione eseguendo dei controlli a tappeto ispezionando numerose attività.

Sono entrati all’interno di negozi etnici, di alimentari, market e pasticcerie, e ciò che hanno scoperto è stato davvero agghiacciante. In particolar modo c’è stato un supermercato nel quale hanno riscontrato una quantità di irregolarità davvero esorbitanti.

Adesso scopriremo nel dettaglio cosa hanno scovato all’interno del locale, e quali sono stati i reati commessi dai gestori del negozio.

Ecco cosa hanno scoperto i Nas all’interno di questo locale

I Nas, una volta sottoposto l’intero supermercato ai loro rigidi controlli, non hanno potuto fare altro che passare all’azione. Per prima cosa hanno sequestrato 140 tranci di Parmigiano Reggiano, che in totale raggiungevano un peso di circa 140kg, per un valore di quasi 3.000 euro.

(Pixabay)

Questo poiché i pezzi di formaggio erano stati preincartati ed esposti al pubblico senza alcuna etichetta o riferimento alla loro provenienza e tracciabilità. Ma non è finita di certo qui, le forze dell’ordine hanno proseguito con l’ispezione imbattendosi in un altro enorme problema.

A livello igienico sanitario il locale si presentava completamente lurido, il pavimento era invaso dalla sporcizia e vi era inoltre una grande quantità di materiale che nulla c’entrava con l’attività. Anche le apparecchiature e le attrezzature utilizzate sul luogo di lavoro si presentavano logorate e per nulla conformi alle norme.

I provvedimenti presi dalle forze dell’ordine

In seguito a quanto scoperto, i carabinieri del Nas non hanno potuto far altro che prendere dei seri provvedimenti.

(Pixabay)

Per quanto riguarda la prima problematica relativa alle forme di parmigiano, le forze dell’ordine hanno emesso una multa nei confronti del proprietario del negozio pari a 2 mila euro.

In riferimento a tutte le restanti criticità riscontrate all’interno del locale, è stata invece emessa una diffida. Purtroppo situazioni di questo genere sono all’ordine del giorno ed è una fortuna per noi consumatori avere dei rappresentanti di legge che operano in modo corretto per il nostro bene.