Gattolandia, dove si trova il paradiso per tutti i gatti senza padrone

Gattolandia, il rifugio di Monza che da un tetto ai mici abbandonati e bisognosi di affetto e di una casa. Perché gli animali non dovrebbero esser maltrattati o abbandonati dall’uomo, ma difesi e protetti.

Gli animali sono un regalo prezioso per l’uomo. Che siano più o meno affettuosi, più o meno indipendenti, ci aiutano a passare meglio le nostre giornate. Anche se abbiamo famiglia, anche se abbiamo figli.

gattolandia rifugio 25-3-22
Gattolandia è l’oasi protetta di Monza che da rifugio ai gatti abbandonati e in difficoltà (foto Facebook Gattolandia)

Di certo aiutano i nostri figli a crescere meglio, più empatici, più attenti. Sono dei perfetti compagni di gioco e dei caldi amici con cui condividere letti e divani. A volte sono così veloci da rubarci il cibo dal piatto o dalle mani. Sono degli adorabili combina guai.

Eppure ancora oggi ci sono persone che, non se ne capisce bene il motivo, si divertono a maltrattarli, picchiarli, abbandonarli. Quanti gatti e quanti cani si trovano in mezzo alla strada perché l’essere umano di turno si è semplicemente stancato di loro.

Ed è qui che entrano in gioco i rifugi, i volontari e le volontarie che, con passione, pazienza e amore, aiutano questi piccoli amici sfortunati a ritrovare un po’ di fiducia nell’uomo. I più fortunati riescono anche a trovare delle vere famiglie che li amino.

Gattolandia, la missione del rifugio di Monza

gattolandia rifugio_25-3-22
All’interno di Gattolandia si trovano mici di ogni età in attesa di un’adozione (foto Facebook Gattolandia)

Nato nel 2007 dall’amore sconfinato per i gatti di quattro volontarie, Gattolandia è un luogo che favorisce il benessere e la ripresa in forze di gatti abbandonati, maltrattati o provenienti, addirittura, da gattili assolutamente illegali.

È registrata come onlus ed è a tutti gli effetti una vera oasi protetta. La loro missione è quella di tutelare i gatti più sfortunati e cercare, laddove possibile, di dare loro una nuova famiglia dove continuare la loro vita felici e in tranquillità.

Gattolandia porta avanti dei progetti per il benessere dei loro ospiti. Uno dei più belli è il “Progetto Coccole“. Due giovedì al mese il parco apre le sue porte ai visitatori che offriranno, e riceveranno, coccole ai mici presenti.

Gattolandia gattino_25-3-22
Il Progetto Coccole da la possibilità ai visitatori di conoscere gli ospiti del rifugio e di innamorarsi di uno di loro (foto Facebook Gattolandia)

Ovviamente la speranza è sempre che qualche famiglia rimanga colpito da uno degli ospiti pelosi e decida di adottarlo. Alla fine è quello il fine ultimo e lo scopo del rifugio. E pare ci riescano spesso. Nel loro sito di legge “Abbiamo aiutato 1976 mici a trovare casa“.

Si può dire in tutta onestà che è un traguardo niente male. Ma non basta mai, perché i gatti abbandonati sono sempre troppi e tutti hanno il diritto di vivere una vita felice, in famiglia, amati e coccolati.

Gattolandia vive grazie all’aiuto economico di chi decide di sostenere la loro missione. Nel sito dell’oasi si trova la loro storia, le foto dei loro ospiti, gli indirizzi e tutto quello che serve sapere sui progetti intrapresi. Senza di loro, tanti mici sarebbero persi.