Le caratteristiche delle motoseghe da potatura con motori ecologici a basse emissioni

Le motoseghe da potatura sono attrezzi che permettono di eseguire le operazioni di manutenzione del verde in modo pratico e rapido che sono necessarie in diversi contesti. Si tratta di modelli che possono essere alimentati sia con corrente elettrica che a batteria, sia con motore a scoppio.

Sebbene quest’ultima tipologia di motosega sia più performante e adatta per un utilizzo professionale e per lavori che richiedono molto tempo, la presenza di carburante comporta emissioni inquinanti che hanno un impatto negativo sull’ambiente.

Tuttavia, soprattutto se si scelgono i modelli di motoseghe da potatura realizzati dalle migliori marche è possibile acquistare strumenti progettati per garantire la sostenibilità ambientale e offrire ottime prestazioni.

Motoseghe da potatura a basse emissioni: caratteristiche e funzionalità

Le motoseghe per la potatura sono pensate per essere impiegate in ogni situazione, anche quando si deve lavorare in ambienti o su alberi difficilmente accessibili. Per questo motivo, a differenza di altri modelli, le motoseghe per la potatura hanno una struttura compatta e maneggevole che permette all’operatore un’ampia libertà di movimento.

Le motoseghe per potatura, ad esempio, sono spesso dotate di un gancio per essere fissate al corpo e di una pompa che offre sempre la giusta lubrificazione.

Le motoseghe da potatura a basse emissioni sono dotate di un particolare motore eco-friendly che consente di ridurre la quantità di particelle inquinanti che vengono liberate nell’ambiente durante l’utilizzo. Questo è reso possibile dalla presenza di un doppio filtro di aria realizzato in materiali quali la spugna e il nylon.

I modelli professionali di motoseghe da potatura montano un motore a scoppio, alimentato da benzina o da una miscela con olio, che assicura ottime prestazioni anche su intervalli lunghi di tempo. Alcuni modelli poi, hanno un sistema che rende più rapido e intuitivo l’avviamento del motore a scoppio.

Le motoseghe da potatura sono progettate anche per preservare gli alberi e il legno durante la fase di taglio: infatti, i migliori modelli montano una catena ad alta velocità e a grande potenza in grado di eseguire un taglio preciso, senza rischio di danneggiare la corteccia. Inoltre, in alcune motoseghe da potatura è possibile montare diverse tipologie di catena per eseguire il taglio di legni duri o teneri.

Solitamente, i modelli migliori offrono un sistema di sostituzione della catena che prevede una procedura semplice e veloce e integrano un tendicatena per avere sempre la tensione perfetta.

Le motoseghe a batteria sono un’alternativa ecologica alle motoseghe da potatura con motore a scoppio e un’ottima scelta se si vuole salvaguardare l’ambiente. I modelli migliori sono quelli che montano batterie al litio che si ricaricano velocemente e che assicurano maggiore durata.

Motoseghe da potatura, leggere e pratiche

Oggi, i modelli di motoseghe da potatura sono diventati davvero molto pratici e maneggevoli: dal primo modello ideato nel 1926 da Andreas Stihl, si sono susseguite tante innovazioni per quanto riguarda i materiali utilizzati e il design. Oggi, questi strumenti sono leggeri, confortevoli da utilizzare, robusti e performanti e sono progettati per essere ergonomici.

La leggerezza, infatti, è una caratteristica fondamentale e diventa un punto di forza per le motoseghe da potatura. Solitamente, il loro peso si aggira tra i 2,3 ai 4 kg e ciò permette di utilizzare questo attrezzo anche se si è su grandi altezze, su alberi o in posizioni scomode.