Incassi bloccati: così parte degli italiani non vedrà più i suoi soldi. Chi rischia

Attenzione, sono stati bloccati tutti gli incassi. Molti italiani rischiano di perdere i loro soldi. Ecco come comportarsi per ovviare al problema.

La guerra in Ucraina sta creando una serie di disagi e disguidi davvero notevoli. Oltre ai tanti rincari a cui abbiamo assistito, adesso si è verificato ancora un altro problema. Un dilemma forse anche più grave che ha lasciato alcuni italiani letteralmente a mani vuote.

soldi bloccati
(Pexels)

Ad essersi imbattuti in quest’ultimo dramma sono stati purtroppo alcuni nostri connazionali residenti in Russia. Fortunatamente per il momento sembra essere una problematica abbastanza circoscritta che ha fino ad ora riguardato 10 persone su 165.

Nello specifico parliamo di pensionati che all’improvviso si sono ritrovati impossibilitati ad incassare il loro assegno mensile di previdenza sociale. Una situazione dovuta al blocco delle banche che non possono erogare alcuna somma a causa delle sanzioni recentemente applicate contro Mosca.

Potrebbe sembrare una cosa da nulla se si paragona tutto ciò alla guerra, tuttavia coloro a cui è accaduto, al momento si ritrovano a non avere a disposizione liquidità. Si tratta di un disguido che però ha creato una situazione certamente non piacevole e insostenibile.

Cosa fare per recuperare i propri soldi se si è in Russia

Per risolvere questa incresciosa situazione al più presto l’Istituto di Previdenza Sociale si è già attivato e sta cercando delle soluzioni da poter attuare nel più breve tempo possibile.

(Pexels)

Innanzitutto ha consigliato ai malcapitati di recarsi presso un’altra sede bancaria, una che non abbia ricevuto alcuna sanzione o ordine di blocco, e di aprire un nuovo conto corrente. Dopodiché l’INPS si impegnerà a raccogliere in modo celere tutte le nuove coordinate bancarie in modo tale da poter accreditare nuovamente le pensioni.

Inoltre hanno già assicurato che tutte le persone che si sono imbattute in questa spiacevole vicenda riceveranno i loro accrediti per intero, senza perdere soldi. Fortunatamente tutto sembra che si stia già risolvendo per il meglio e speriamo che questa storia possa concludersi al più presto.

Ritrovarsi lontani da casa, soprattutto in un momento come quello odierno, è già una dura sfida. Il pensiero di rimanere anche a corto di disponibilità economiche in un momento del genere è qualcosa che farebbe salire il panico a chiunque.

Nel caso doveste per qualche motivo incorrere in una problematica del genere, sappiate che il modo più sicuro di agire è sicuramente quello di rivolgersi al Consolato. Le autorità sapranno indirizzarvi e guidarvi affinché tutto si risolva per il meglio.