Il ghiacciaio con “cascata di sangue” | Il motivo del suo nome è inquietante

Un ghiacciaio con una cascata di sangue. Una visione che farebbe paura a chiunque, anche agli amanti dei film dell’orrore. C’è ovviamente un spiegazione scientifica, ma quando fu scoperta, nel 1911, deve aver fatto non poca paura.

Amanti dei film sanguinolenti unitevi. Chissà coma avreste reagito se, nel 1911, foste stati voi a scoprire l’inquietante cascata che dal ghiacciaio Taylor veniva giù zampillando un liquido rosso vivo.

Blood Falls_25-2-22
La Blood Falls, la cascata di sangue scoperta nel 1911 (foto National Geographic)

E di sicuro anche il geologo Griffith Taylor (da cui prende il nome la valle), che per primo documentò il fenomeno, dovette rimanere notevolmente sorpreso e impressionato. Ci si chiede quali conclusioni abbia tratto, lì per lì, alla vista di quei fiotti di sangue.

L’Antartide è caratterizzato da enormi piattaforme di ghiaccio. I primi esploratori non sapevano esattamente a cosa stessero andando incontro quando intrapresero le prima missioni in queste terre ghiacciate.

Ne è prova il fatto che molti di quelli partiti non siano più riusciti a fare ritorno. Le condizioni climatiche davvero estreme probabilmente hanno giocato talmente in loro sfavore da lasciarli per sempre li, in quelle distese di ghiaccio.

Come nasce la cascata di sangue del ghiacciaio Taylor

È grazie ad uno studio del Colorado College e dell’University of Alaska che il mistero della cascata rossa è stato finalmente svelato. Ci sono voluti circa 106 anni dalla data della sua agghiacciante scoperta, ma meglio tardi che mai.

Fino al 2003 la comunità scientifica era convinta che l’effetto dell’acqua così colorata fosse causa di un particolare tipo di alghe rosse. Sembrava un’ipotesi realistica visto che il colore era simile ad alcune alghe già studiate in precedenza.

Piano piano si è poi fatta strada una nuova ipotesi, che ha soppiantato quelle precedenti. Si è scoperto che il ghiacciaio Taylor ospita al suo interno un lago salato sotterraneo che contiene alte dosi di ferro.

Questo antichissimo lago, che esisteva già 1,5 milioni di anni fa, ha una particolarità molto interessante. Quando le sue acque vengono a contatto con l’aria, a causa dell’alta concentrazione di ferro queste si tingono di rosso.

Per questo motivo quando escono dal ghiacciaio Taylor hanno l’aspetto di una piccola cascata di sangue, macchiando anche il ghiaccio in cui l’acqua passa. Un vero effetto splatter, ma del tutto naturale.