Il dentista sociale, un odontoiatra per le fasce di reddito più basse

Il dentista sociale, una figura che esiste da qualche anno e che aiuta le fasce di reddito più basse a potersi permettere le cure odontoiatriche. Vediamo insieme come usufruire di questa agevolazione e in cosa consiste.

In un periodo di crisi finanziaria come questa, le famiglia a basso reddito stanno velocemente aumentando. Con i problemi del lavoro che è andata in netto peggioramento con l’avvento del Covid, anche la salute delle persone è a rischio.

dentista sociale_21-3-22
Il dentista sociale aiuta le persone che non possono permettersele, delle cure odontoiatriche gratis o a prezzo calmierato (foto pixabay)

Alcune di loro hanno necessità di visite urgenti ma spesso non riescono a pagarsi delle cure private. Rimangono in questo modo incastrate nelle famose lungaggini della sanità pubblica, anch’esse peggiorate da due anni a questa parte.

Tenere le persone in salute e dare loro la possibilità di curarsi è tra le principali priorità per avere una buona qualità della vita. Per questo motivo esistono da qualche anno medici privati che lavorano in regime di “privato sociale“, con tariffe agevolate.

Per poter usufruire di questo tipo di prestazione è necessario, per alcune visite specialistiche, rientrare in determinati standard. Per altre visite, invece, basta semplicemente farne richiesta al momento dell’appuntamento al cup.

Dentista sociale, quali sono i requisiti per accedervi

prestazioni dentista sociale_21-3-22
Le prestazioni del dentista sociale sono diverse e vanno dall’otturazione all’estrazione (foto pixabay)

Per avere diritto ad un dentista che opera nel privato sociale è necessario soddisfare alcuni requisiti. Il primo in assoluto è quello di appartenere ad una famiglia con un riconosciuto reddito basso.

Per avere una certificazione che attesti la situazione reddituale e patrimoniale basta rivolgersi ad un CAF e richiedere il modello ISEE. In questo modo, portando dal medico la certificazione, si potrà avere accesso all’agevolazione.

Ma può usufruirne anche chi ha un’esenzione del ticket per patologia, per motivi anagrafici o per reddito. I cittadini con ISEE inferiore ai 10 mila € e famiglie con una condizione inferiore agli 8 mila. Le donne incinta potranno usufruirne solo per la pulizia dei denti.

igiene orale_21-3-22
Anche l’educazione all’igiene orale è compresa tra i servizi (foto pixabay)

Le prestazioni che vengono erogate sono:

  • la visita specialistica;
  • l’otturazione dei denti;
  • protesi dentali totali o parziali;
  • estrazione dei denti compromessi.

Per scoprire quali sono i medici che aderiscono all’iniziativa basterà entrare nel sito del Ministero del Lavoro oppure in quello di “Obiettivo Sorriso” in cui si trovano le liste di tutti quelli che offrono questo tipo di servizio.