Le caraffe filtranti sono veramente utili? Un test chiarisce la questione

Anche tu utilizzi o stai pensando di acquistare una di quelle caraffe filtranti? Credi che siano realmente utili? Ecco tutta la verità.

Al giorno d’oggi, grazie all’avvento delle più nuove e svariate tecnologie, è possibile usufruire di moltissime alternative innovative utili alla nostra quotidianità. Uno degli esempi più eclatanti che possiamo fare è quello che riguarda il bene primario per eccellenza: l’acqua.

caraffe filtranti per l'acqua
(Facebook)

In molti, purtroppo, non hanno la fortuna di poter bere dell’acqua fresca direttamente dal proprio rubinetto di casa, magari perché c’è qualcosa che impedisce di renderla potabile e sicura per la salute.

Altre persone invece, per gusti personali oppure per bisogni fisiologici, hanno la necessità di acquistare l’acqua al supermercato. In commercio ci sono molte tipologie tra cui è possibile scegliere, alcune più leggere, altre più pesanti, frizzanti, con più o meno minerali all’interno.

Insomma, nel 2022 è possibile addirittura optare per la bevanda che si ritiene migliore e più congeniale alle proprie esigenze. Tuttavia, acquistare le classiche bottiglie nei vari negozi ha un costo e, che sia per piacere o per esigenza, alle volte è anche un lavoro faticoso.

Un’alternativa all’acqua nelle bottiglie di plastica

In molti, come alternativa all’acquisto dell’acqua nelle classiche bottiglie di plastica, hanno optato per quelle che vengono definite: caraffe filtranti.

(Facebook)

Ma questi strumenti sono davvero utili? Sono realmente convenienti a livello di qualità e prezzo?

Per rispondere a queste domande così specifiche è intervenuta l’Associazione Consumatrici e Consumatori della Svizzera italiana. Per poter risolvere questi quesiti hanno analizzato ben 7 modelli differenti di caraffe filtranti, di cui 5 appartenevano al marchio Brita, uno tra i più venduti.

Nonostante questi prodotti siano alquanto costosi, sembra che in realtà non siano davvero così funzionali rispetto allo scopo per il quale sono stati creati. A tal proposito infatti, l’organizzazione svizzera ha asserito che:

Messi alla prova, tre modelli Brita e il Migros Cucina & tavola, hanno dimostrato di fare il loro lavoro, ma con la caraffa Bwt e i modelli a disco Brita la durezza dell’acqua aumenta. Ciò significa che il filtro rilascia ioni e materia, cosa che ovviamente non è lo scopo previsto.”

Ecco i risultati sui test effettuati sulle caraffe filtranti

I test effettuati sulle varie tipologie di caraffe filtranti hanno dimostrato che queste non sono realmente utili come vogliono farci credere. Alcune caraffe sembrano svolgere il loro compito discretamente, altre invece filtrano minerali che in realtà sarebbero utili per la salute o ne rilasciano alcuni nocivi per l’organismo.

(Facebook)

Come se non bastasse bisogna poi considerare anche il costo che ha ognuno di questi prodotti. Varia in base alla marca e al modello, ma indicativamente ogni caraffa si aggira intorno ad un prezzo che va dai 18 ai 30 euro. Ovviamente a questo bisogna poi aggiungere la quota dei filtri, che va dai 5 ai 7 euro, poiché questi vanno sostituiti ogni mese.

Secondo le stime effettuate dall’associazione svizzera, la spesa complessiva annuale delle caraffe filtranti oscilla dai 60 ai 90 euro. Quindi, tenendo in considerazione queste riflessioni, siamo certi che acquistare una caraffa filtrante sia davvero la scelta giusta?

L’organizzazione ha infatti concluso la sua analisi ammettendo che:

Queste caraffe filtranti non sono molto utili. Il loro acquisto può essere giustificato in rari casi, solo se l’acqua è molto dura o ha un sapore sgradevole.”