Vuoi adottare un animale? Ora puoi scegliere una cavia da laboratorio

Vi sembrerà incredibile ma da oggi se vuoi adottare un animale puoi scegliere addirittura una cavia da laboratorio. Ecco cosa sta succedendo…

La lotta contro gli esperimenti condotti sugli animali è qualcosa che va avanti ormai da anni. Animalisti e attivisti sono sempre in prima linea per difendere i diritti degli esseri viventi più indifesi, ma fino ad ora quasi sempre con scarsi risultati purtroppo.

cavia da laboratorio
(Pixabay)

Questa volta però la questione sembra che stia prendendo una piega diversa, la direzione intrapresa è nettamente differente rispetto a quella avuta fino ad ora. Stando alle ultime notizie, presto assisteremo a grandi passi in avanti riguardo il benessere degli animali.

A quanto pare nell’area francese della Confederazione elvetica, l’École Polytechnique Fédérale de Lausanne ha preso una decisione definitiva che riguarda proprio i topi da laboratorio. I roditori ormai considerati in fase terminale, e sui quali non è più possibile effettuare esperimenti, potranno essere adottati anziché soppressi come accadeva fino a non molto tempo fa.

Tutto ciò è possibile grazie ad un accordo stipulato tra il polo universitario svizzero e la Protezione Svizzera degli Animali. Sarà infatti quest’ultima ad avere l’incarico di curare i piccoli animaletti e poi cercare loro una casa e una famiglia adottiva.

Uno spiraglio di luce le cavie da laboratorio

Poter adottare e donare nuova vita alle cavie da laboratorio è certamente un gran bel passo in avanti. Tuttavia non è una conquista che soddisfa pienamente le aspettative degli animalisti e di tutti coloro che si battono quotidianamente per i diritti e il benessere degli animali.

(Pixabay)

In Svizzera qualcosa di simile era già avvenuto anche in passato, con esattezza nel 2018 l’Università di Zurigo acconsentì a far adottare ben 300 topi da laboratorio. Ora ripetere l’impresa con un vero e proprio accordo è sicuramente qualcosa in più, ma certamente non è ancora sufficiente.

Gli svizzeri sono da sempre rinomati per i loro severi e rigidi controlli sugli esperimenti che vengono condotti sugli animali, ma nonostante questo nulla sembra funzionare affinché queste torture smettano di consumarsi.

È ora di dire basta alla sperimentazione sugli animali

La politica e le azioni contrarie a questa crudele e brutale pratica sembrano davvero molte, ma guardando la realtà dei fatti si nota ovviamente quanto in verità ci sia un netto vantaggio di persone favorevoli a tutto ciò.

(Pixabay)

Basti pensare all’ultimo referendum avvenuto il 13 febbraio durante il quale il divieto dei test sugli animali è stato respinto con una maggioranza di addirittura il 75%. Una percentuale assolutamente non commentabile.

Il fatto che le cavie da laboratorio possano avere la possibilità di condurre una vita degna dopo essere state utilizzate per i vari test è sicuramente uno spiraglio di luce. Ma la meta finale resta sempre e comunque quella di dire basta una volta per tutte ad ogni genere di sperimentazione e crudeltà sugli animali.