Vulcani attivi in ​​Italia tra i più pericolosi: li conoscete tutti?

Al mondo ci sono 1.500 vulcani attivi: di questi, ben 10 si trovano in Italia. Ecco quali sono e come vengono classificati…due sono tra i più pericolosi esistenti!

I vulcani sono affascinanti e misteriosi: i loro crateri attirano numerosi turisti, che si recano in ogni parte del mondo per poterli visitare.

stromboli
Stromboli (foto: Pixabay)

Anche l’Italia presenta un buon numero di queste imponenti montagne. Al mondo ce ne sono circa 1.500 e 10 si trovano nella nostra penisola. Tutti conosceranno senza dubbio i tre più famosi: Etna, Vesuvio e Stromboli.

Tuttavia, ci sono tanti altri vulcani meno celebri ma allo stesso tempo ancora attivi. Anzitutto, per “vulcano attivo” si intende che è ancora in attività; a sua volta, un vulcano attivo può essere quiescente oppure con attività persistente.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Conosci la “Porta dell’Inferno”? Ecco la sua affascinante storia

Appartiene al primo gruppo se la sua eruzione è avvenuta nel corso degli ultimi 10mila anni ma continua a mostrare segni di attività, al secondo se presenta eruzioni continue o separate da brevi periodi di riposo.

I vulcani attivi in Italia

1. Etna

Il primo vulcano ad attività persistente, in Italia, è l’Etna (Sicilia). Patrimonio Unesco dal 2013, è anche il vulcano attivo più alto in Europa (3.300 metri) e presenta ben 2.700 anni di attività documentata.

etna
Etna, Sicilia (Foto: Pixabay)

2. Stromboli

Unico altro ad attività persistente presente nel nostro Paese, lo Stromboli (Isole Eolie, Sicilia) è una vera e propria isola vulcanica. Si tratta di uno dei vulcani più attivi al mondo e ha esplosioni che arrivano a centinaia di metri di altezza.

3. Isola di Vulcano

Anche questa appartiene alle Isole Eolie e deriva dalla fusione di alcuni vulcani, di cui il più grande è il Vulcano della Fossa.

Vulcano-eolie
Vulcano della Fossa, Isole Eolie (Foto: salinaturismo.it)

4. Isola Ferdinandea

E’ ciò che resta di un’isola vulcanica, una piccola “isola perduta” che al momento è sommersa dal mare. Si trova tra Sciacca e Pantelleria.

5. Pantelleria

pantelleria
Pantelleria (foto: Pixabay)

Un territorio di origine vulcanica che ha visto l’ultima eruzione nel 1891. Anche qui sono presenti testimonianze di vulcanesimo secondario, ovvero acque calde e soffioni di vapore.

6. Vesuvio

Il grande vulcano del Golfo di Napoli, in quiescenza dal 1944. E’ un vero e proprio simbolo per la città di Napoli e meta di turismo internazionale.

LEGGI ANCHE >>> Il vulcano delle Canarie spaventa ancora l Scopri cosa é accaduto

7. Ischia

Isola che fa parte delle Flegree, anche essa sorge nel Golfo di Napoli. L’altura maggiore è il Monte Epomeo, 788 metri, che è la parte emersa di un vulcano sottomarino.

8. Lipari

lipari
Lipari (foto: Pixabay)

Si tratta dell’isola più grande delle Eolie, arcipelago che compone un unico arco vulcanico sottomarino lungo 200 km. E’ alto circa 1.600 metri e presenta sorgenti termali e fumarole.

9. Colli Albani

Un gruppo di rilievi, che si trova a sud-est di Roma, che presentano una caldera e coni interni di un vero e proprio vulcano addormentato.

10. Campi Flegrei

Infine, i Campi Flegrei: un’area di natura vulcanica, situata a nord-ovest di Napoli, con circa 24 crateri ed edifici vulcanici.

Campi_Flegrei
Campi Flegrei (Foto: Donar Reiskoffer)
Impostazioni privacy