Sono i capi che più amiamo acquistare, ma hanno un lato oscuro: lo conoscevi?

Avresti mai pensato che l’abbigliamento racchiudesse qualcosa di oscuro? Ti raccontiamo cosa accade prima che i tuoi vestiti arrivino nel tuo armadio.

Siamo incantate da modelli e tendenze della moda, ma anche questi capi che astriamo così tanto presentano lato oscuro, troppo spesso messo da parte.

vestiti
Foto da Canva

Dopo la pubblicazione del video delle dichiarazioni rilasciate da Elisabetta Franchi, sono esplosi tantissimi casi simili nel settore della moda. A partire da quello fast-fashion ovvero della moda veloce dove tantissimi capi sono immessi sul mercato. Ma chi ne paga le conseguenze?

Bisogna fare delle precisazioni su questi problemi e conoscere quello che non vediamo ovvero il lato oscuro della moda. Attratte dalle sfilate, dalle vetrine, dai capi alla moda proposi sui social dalle influencer, spesso non pensiamo a cosa ci sia dietro.

La moda nasconde un lato oscuro: siete certi di conoscere quello che accade realmente?

Il mondo della moda, e soprattutto del fast fashion, va incontro a disagi sempre maggiori. Ve li raccontiamo, considerando che il caso di Elisabetta Franchi, che predilige l’assunzione di donne sopra i 40 che “hanno già fatto figli, si sono già sposate e lavorano tutto il giorno”, è solo la punta dell’iceberg.

vestiti
Foto da Canva

Sicuramente il caso di Elisabetta Franchi ha gettato luce sul comportamento considerato antisindacale dal tribale di Bologna, e che riguarda diversi casi nel settore della moda. Quello più bersagliato e oscuro è il mondo del fast fashion che, per la velocità alla quale è sottoposto, non rispetta quasi nulla delle regole del lavoro. Soprattutto basti pensare che buona parte della produzione avviene in Cina e in India dove le regole sono totalmente diverse dall’Italia.

I capi vengono prodotti in fabbriche fatiscenti, senza il rispetto di orari di lavoro, di nome igieniche e dove sono soprattutto le donne, vessate dai datori di lavori, a subire turni massacranti. Tutto questo a discapito di tantissimi diritti dei lavoratori e delle donne, tra i quali la maternità.

Inchieste, denunce, come riporta ilc ito Green.me, hanno fatto luce su queste difficoltà che coinvolgono i brand più famosi come Shein, ma non hanno posto alcun rimedio. Tutto questo sempre più a discapito dell’evoluzione del genere umano. Si pensi che in Italia nel 2022 la maternità è calata tantissimo e sempre più donne sono costrette a lasciare il lavoro o a lavorare part time. Mancano tutele, mancano servizi e insomma la maternità diventa davvero un lusso per poche!