La rana che ha scombussolato l’evoluzione nel mondo

La rana Gastrotheca guentheri ha una caratteristica che la differenzia da tutte le altre: per questo, pone alcuni interrogativi sulla Teoria dell’irreversibilità dell’Evoluzione. 

Ecco una nuova e inaspettata evoluzione di una caratteristica che era andata perduta. E’ successo per una specie particolare di rana, la Gastrotheca guentheri, che è stata recentemente analizzata dagli scienziati per una scoperta eccezionale.

Rana Gastrotheca guentheri (foto: Zacj Randall, Museo Storia Naturale della Florida, via National Geographic)

Un elemento del corpo scomparso in tutte le altre rane esistenti sul nostro pianeta, è invece ben evidente in questo esemplare: si tratta dei denti dell’arcata inferiore. Tutte le specie di rane che popolano la Terra, infatti, possiedono i denti solo nell’arcata superiore.

La Gastrotheca guentheri, invece, li possiede anche lungo l’intero arco mandibolare. Questa scoperta è stata fatta solo di recente, anche perché l’ultimo avvistamento di un esemplare di questa specie risale al 1996.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Il polpo vince su tutti: la fuga furba che nessuno si aspettava | VIDEO

Tuttavia, grazie a sei esemplari di questa rana conservati da decenni in una soluzione alcolica, si è riusciti a comprendere come è fatta la mandibola della Gastrotheca guentheri.

Lo studio è stato realizzato dal Museo di Storia Naturale della Florida, dove i ricercatori hanno usato un micro-scanner per tomografia computerizzata, al fine di analizzare l’interno del cranio della rana. I risultati sono stati pubblicati poche settimane fa sulla rivista Evolution.

La mandibola della Gastrotheca guentheri

Rana Gastrotheca guentheri (scansione tomografica di Daniel Paluh)

I denti posseduti dalla Gastrotheca guentheri non sono “pseudo denti”, come si pensava prima che venisse realizzato questo studio, ma denti a tutti gli effetti. Inoltre, sono simili a quelli presenti nell’arcata superiore di altre rane marsupiali, come è la Gastrotheca guentheri.

Ma perché questa scoperta è così eccezionale? Anzitutto, perché è stata rintracciata una caratteristica che le rane avevano perduto circa 230 milioni di anni fa. L’osservazione di denti nella Gastrotheca guentheri, quindi, potrebbe essere il caso più improbabile che sia stato mai osservato.

Inoltre, i denti sarebbero ricomparsi in questa rana circa 20 milioni di anni fa. Questo mette a dura prova la Teoria dell’irreversibilità dell’Evoluzione (o Legge di Dollo), secondo cui se un gruppo di organismi perde una caratteristica, non può più riacquistarla.

LEGGI ANCHE >>> Le foto di animali più divertenti del 2021 | Comedy Wildlife Photo Awards

Già alcuni biologi evoluzionisti avevano sollevato dubbi su questa teoria, prendendo come esempi altri animali. Ora, con la scoperta relativa alla Gastrotheca guentheri, si ha un’ulteriore prova che la teoria non sia così esatta come si pensava.

Ma come è stato possibile che questa rana tornasse ad avere i denti? Secondo i ricercatori, l’alimentazione avrebbe un ruolo in questo sviluppo ma non ci sono certezze in merito all’effettivo processo di ricrescita.