Pesticidi nelle fragole, l’allarme è preoccupante. Cosa fare per non correre rischi

Pesticidi e fragole, un duo purtroppo presente troppo spesso sui banchi dei mercati. Se non sempre è possibile scegliere prodotti biologici, è allora bene sapere come contrastare la presenza dei veleni sulla frutta che portiamo in tavola.

Lo abbiamo visto quando abbiamo parlato dei cibi più contaminate dai pesticidi, le fragole rientrano al nono posto tra le prime 10, ma i prodotti erano davvero tantissimi. Il pesticida più trovato è stato il fludoxionil, un fungicida pericoloso per la salute.

fragole pesticidi
Foto Pixabay/Congerdesign

Vogliamo ricordare che questo tipo di sostanza può diventare un pericoloso interferente endocrino. La sua pericolosità si traduce in problemi nello sviluppo del cuore, degli organi sessuali e del sistema immunitario. Riuscire a limitarne i danni è importantissimo.

L’informazione sui rischi che si corre per la propria salute sarebbe da fare pedissequamente, in ogni occasione. Il rischio maggiore poi lo si ha con i più piccoli, ai quali cerchiamo di insegnare un alimentazione sana ed equilibrata.

La loro dieta, come quella di tutti poi, comprende infatti la presenza di diverse porzioni di frutta e di verdura. Se dovessimo dar loro alimenti che contengono questo tipo di veleno il rischio per la loro crescita sarebbe davvero enorme, e non è il caso di rischiare.

Pesticidi sulle fragole, ecco come limitare i danni

Se in frutta come le banane, le pere e le mele, la pulizia risulta molto più facile perché sbucciamo il frutto, con altri alimenti come le fragole, o anche le ciliegie, ovviamente diventa un discorso un po’ più complesso.

pesticidi fragole bicarbonato
Foto Pixabay/Naturefriend

La scelta più sicura è quella di rivolgere i nostri acquisti si prodotti biologici, che ci assicurano il non utilizzo di pesticidi chimici e dannosi per la salute. Nel caso non ci fosse possibile questa scelta, le azioni da compiere per limitare i danni sono piuttosto semplici.

Si tratta sostanzialmente di buone abitudini che valgono come il lavarsi le mani prima di mettersi a tavola, il togliersi le scarpe quando si rientra e altre piccole accortezze che al giorno d’oggi facciamo senza nemmeno pensarci. Le buone abitudine che però sono utili a difendere il nostro stato di salute.

Lavare la frutta con acqua e bicarbonato è la scelta migliore per ripulirne la superficie da quello che rimane dei pesticidi. Non riusciremo sicuramente a eliminarne ogni traccia, ma riusciremo a limitarne molto la presenza.

Per effettuare la pulizia sarà sufficiente lasciare in ammollo la frutta in acqua con 1 cucchiaio di bicarbonato per litro. Attendiamo 15 minuti quindi sciacquiamo sotto acqua corrente per togliere la polvere del bicarbonato di sodio presente.