Il lato buono dell’ortica | È un toccasana per la nostra salute

Relegata da tanti a pianta infestante e irritante per la pelle, l’ortica nasconde invece tanti effetti benefici per la nostra salute. Cerchiamo di capirli ed imparare insieme come utilizzare il lato buono di questa pianta.

L’ortica è una pianta perenne nativa dell’Europa e dell’Asia. Le sue foglia sono ricoperte di peli che possiedono un fluido che causa bruciore e prurito alla pelle. È infatti il motivo degli arrossamenti cutanei di tanti bambini che giocano all’aria aperta.

ortica_18-2-22
Quando la si trova nei campi, l’ortica è forse la pianta dalla quale ci teniamo più a distanza (foto pixabay)

Le tossine che rilascia per creare sulla nostra pelle l’effetto “ponfo”, che in tanti conosciamo, sono la serotonina, l’istamina, l’acetilcolina, l’acido acetico, l’acido butirrico, i leucotrieni e l’acido formico. Un mix molto irritante.

Il giardino di mia madre, in alcuni periodi dell’anno, ne era infestato. Lei si metteva i guanti da giardiniere e si premurava di estirparla con attenzione da tutte le aiuole. Questo perché noi bambine non perdevamo occasione per caderci accidentalmente in mezzo.

Prima di gettare il tutto nei sacconi della spazzatura, però, si preoccupava sempre di lasciare fuori una buona quantità di foglie. Le faceva seccare e le conservava con cura in un barattolo di metallo. Utilizzava poi l’infusiera per preparare delle tisane.

Mia madre conosceva già alcune delle qualità che l’ortica possedeva. Sapeva che era utile per la salute. Insegnamento di sua madre, che probabilmente aveva appreso a suo tempo dalla sua. Piccoli segreti tramandati oralmente.

L’ortica e le sue proprietà che fanno bene alla nostra salute

tisna ortica_18-2-22
Le tisane a base di ortica possono essere utilizzate per la cura di diversi disturbi (foto pixabay)

Nella medicina popolare, infatti, le proprietà benefiche dell’ortica sono note già da parecchio tempo, sopratutto per quanto riguarda l’utilizzo delle sue foglie, che vengono utilizzate per decotti e tisane.

I rimedi per i quali viene utilizzata sono diversi, il che rende l’ortica una pianta particolarmente duttile. Principalmente l’ortica ha proprietà toniche, antinfiammatorie e diuretiche. Ma non solo.

Da sempre le foglie dell’ortica vengono utilizzate per preparare tisane che aiutano la digestione o per tisane depurative. È facile anche trovarla come ingrediente nei preparati che aumentano la lattazione nelle neo mamme.

È consigliata, per la sua azione diuretica, alle persone che soffrono di calcoli renali e di renella, in modo che la sua funzione aiuti i reni a ripulirsi dai residui. Essendo anche un buon antinfiammatorio è utilissimo come aiuto per risolvere le infezioni del tratto urinario.

crema ortica_18-2-22
Per uso esterno invece l’ortica viene utilizzata sotto forma di creme, di shampoo e di unguenti (foto pixabay)

Come uso esterno invece l’ortica è molto utilizzata nella preparazione di unguenti, creme e shampoo che contrastano la dermatite seborroica, la seborrea, la caduta dei capelli e il problema dei capelli grassi.

Abbiamo quindi capito che si tratta di una pianta per la quale è necessario fare attenzione quando ci si ha a che fare in piena campagna, ma visto i suoi mille benefici non è assolutamente da demonizzare.