Megattere: ecco il loro assurdo e incredibile metodo di pesca

Le megattere sono immense e meravigliose. Ma ciò che è ancora più incredibile è la loro straordinaria tecnica di pesca.

La natura è magnifica e, come ben sappiamo, è raro che commetta errori. Ogni essere vivente che abita sul nostro Pianeta è incredibile ed è in grado di compiere cose davvero straordinarie.

megattere
Megattera (Pixabay)

Chiunque sia appassionato di documentari conosce bene il potenziali che può nascondersi anche dietro al più piccolo abitante di un grande ecosistema. Gli animali ad esempio, sono in grado di adattarsi ad ogni situazione e, grazie alla loro incredibile intelligenza, riescono ad apprendere e sviluppare metodi di sopravvivenza davvero unici.

Come nel caso degli animali acquatici che oltretutto, grazie alle nuove tecnologie, abbiamo potuto studiare in modo molto più ravvicinato scoprendo lati della loro vita a noi prima sconosciuti.

Un esempio lampante è proprio quello che riguarda le megattere. Animali considerati dei giganti per la loro stazza ma anche per il loro infinito fascino.

La straordinaria scoperta sulle megattere

Balena (Pixabay)

Nel 2020, alcune megattere che si trovavano al largo delle coste del New South Wales, ed è proprio li che sono state riprese dall’alto con un drone. Erano intente a nutrirsi in gruppo, in un modo più che affascinante, infatti sono venute fuori delle immagini davvero spettacolari.

Ad oggi non è ancora ben chiaro come mai queste balenottere si nutrano utilizzando una tecnica così particolare. Ancora più difficile è comprendere come queste abbiano fatto ad apprendere una metodologia di pesca così scenografica e complessa.

Questi animali sono stati visti adottare la stessa identica metodologia di pesca soprattutto in gruppo e nell’emisfero Nord ma, sulle coste australiane, anche altre megattere sole l’hanno messa in pratica.

La tecnica di pesca più astuta del mondo

Megattere che pescano (fattistrani)

Le megattere hanno appreso una metodologia di pesca assolutamente astuta che, oltretutto, mettono in pratica anche adottando il gioco di squadra. Assolutamente incredibile.

La loro tecnica è stata definita “rete di bolle” e consiste nell’attuazione di un meccanismo ben preciso. Soffiano aria dal naso creando appunto quella che sembra una grande rete di bolle nella quale piccoli pesci e krill restano intrappolati.

A quel punto una balena sola, oppure in gruppo, si immergono in acqua e nuotando riemergono all’improvviso con la bocca aperta inghiottendo tutte le prede concentrare nello spazio limitato da loro creato.

Si tratta di una pesca ingegnosa, che prevede ovviamente l’utilizzo di un’intelligenza superiore. Oltre ad essere efficace, è anche un metodo che prevede di sfamare non solo i singoli ma tutto il gruppo.

Ancora una volta gli animali ci stupiscono e ci regalano insegnamenti unici che noi umani diamo per scontato e, molte volte, non siamo neanche in grado di captare.