Fai riposare il tuo cervello | I benefici sono incredibili

Basta con il troppo stress e la troppa ansia. È arrivato il momento di far riposare il cervello e di godere dei suoi benefici. 

Al giorno d’oggi è ormai diventato particolarmente difficile riuscire a ritagliarsi dei momenti della giornata per rilassarsi e far riposare il cervello. Siamo bombardati da compiti ed informazioni di ogni genere. Il mondo sembra progredire alla velocità della luce e stare dietro a tutto ciò, molte volte, sembra quasi impossibile.

cervello
Cervello (Pixabay)

Per questa ragione, ora più che mai, riuscire a limitare lo stress e l’ansia è diventato qualcosa di estremamente fondamentale. Soprattutto se non vogliamo rischiare di incorrere in problemi di salute, nevrosi o altre tipologie di sintomi spiacevoli.

Potrebbe sembrare paranoico ma, soprattutto nel ventunesimo secolo, prendersi cura del proprio cervello è diventato qualcosa di indispensabile. A tal proposito, è stato fatto un attento ed interessante studio pubblicato sulla rivista Trends in Cognitive Sciences.

Nello specifico si tratta di una ricerca condotta da: Giovanni Pezzulo dell’Istituto di Scienze e Tecnologie della cognizione del Consiglio Nazionale di Ricerche di Roma, da Marco Zorzi del Dipartimento di Psicologia Generale dell’Università di Padova e da Maurizio Corbetta del Dipartimento di Neuroscienze dell’Università di Padova.

I risultati dell’importante studio sul cervello

Brain (Pixabay)

I risultati dello studio sono stati pubblicati attraverso un articolo intitolato: “The secret life of predictive brains: what’s spontaneous activity for”.

Dopo un’attenta analisi, e molti esperimenti comportamentali, neurofisiologici e di neuroimmagini, i ricercatori hanno avanzato delle ipotesi molto interessanti riguardo il funzionamento del nostro cervello.

A quanto pare, secondo il loro parere scientifico sembra che, quello che è ancora oggi il nostro organo più complesso si comporti in modo simile sia quando siamo svegli che quando dormiamo.

In particolar modo hanno sottolineato la straordinaria dote del cervello di continuare la sua attività anche in assenza di compiti specifici. Ma la parte più straordinaria è quella secondo la quale questa attività spontanea, non avendo un compito preciso da svolgere, serva in realtà ad ottimizzare le nostre capacità di apprendimento e le nostre prestazioni.

Un organo intelligente ed autonomo

Sinapsi (Pixabay)

Anche quando riposiamo o dormiamo, quindi, il nostro cervello resta attivo e continua a svolgere la sua attività in modo autonomo, rafforzando le nostre basi cognitive.

Non a caso, è proprio il cervello l’organo che consuma la maggiore quantità di energia rispetto a tutti gli altri presenti nel corpo umano. Nello specifico parliamo di una percentuale che si aggira intorno al 30% delle riserve metaboliche totali.

Un fabbisogno energetico estremamente elevato che, in gran parte, serve proprio per alimentare l’attività spontanea del cervello che avviene nella fase in cui non siamo realmente attivi.