Lo compri sempre, ma non hai mai fatto caso a questo dettaglio. Ne va della tua salute

Un alimento che acquisti spesso, ma sicuramente non hai mai fatto caso ai dettagli. Attenzione, potrebbe essere pericoloso per la tua salute.

Quante volte hai sentito dire che la dieta mediterranea è la migliore? Lo dicono tutti, libri, medici, esperti della nutrizione, il telegiornale, le trasmissioni tv… si sente davvero ovunque.

attenzione al pesce surgelato per motivi di salute
(Pexels)

È una convinzione fondata poiché si tratta di uno stile di alimentazione molto variegato, attraverso il quale tutti i nutrienti sono ben distribuiti all’interno dei pasti e della giornata.

I professionisti infatti la consigliano spessissimo, e come indicazioni generali dicono di mangiare carne bianca, cibi vegetali in abbondanza e anche il pesce. Per quest’ultimo si consiglia soprattutto di acquistare il merluzzo che sembra essere un’ottima fonte di vitamine del gruppo B e di altri minerali importanti.

Le persone che ogni giorno acquistano questo genere di pesce non si contano, sono milioni, e lo comprano sia fresco che congelato. Bisogna però fare attenzione perché molte volte anche il cibo che acquistiamo surgelato potrebbe in realtà essere andato a male.

In tal caso di effetti benefici ce ne sarebbero ben poco anzi, la nostra salute potrebbe essere messa davvero a repentaglio. Ma come capire se il pesce è buono o meno?

Fai attenzione a ciò che acquisti, ne va della tua salute

Iniziamo parlando del pesce fresco, come fare a capire se lo è davvero oppure è vecchio?

(Pexels)

La prima cosa da guardare sono gli occhi, quando il pesce è fresco questi appaiono neri e brillanti, la pelle di un colore molto acceso e all’interno delle vaschette, il merluzzo ad esempio risulta rigido. Ma c’è anche un altro fattore da tenere in considerazione, quando il pesce è vecchio: puzza.

E il pesce surgelato invece?

Anche qui bisogna fare attenzione perché non tutti i pesci hanno la stessa durata di conservazione e inoltre, al contrario di come pensano in molti, anche se sono congelati possono ugualmente andare a male.

Occhio anche al pesce congelato

Per proteggere la nostra salute al meglio è bene sapere che i pesci possono essere distinti in due categorie differenti: i pesci magri e quelli grassi.

(Pexels)

Per i primi, i tempi di conservazione una volta congelati risultano leggermente più lunghi, si parla di un lasso di tempo che può arrivare anche fino a 6 mesi. Per i secondi invece, quelli grassi, è consigliato tenerli in freezer per un massimo di 3 mesi.

Anche se surgelato, il pesce può andare a male ugualmente e ci sono alcune osservazioni che si possono fare per riuscire a capirlo. La superficie esterna della pelle diventa più liscia, umida e viscosa, e gli occhi appaiono grigi e offuscati.

È molto importante prestare attenzione a questi dettagli, ed è solo avendo le giuste conoscenze ci si può davvero proteggere da eventuali situazioni spiacevoli.