Dove si butta il polistirolo degli imballaggi della carne? Occhio ai passaggi da osservare

Sapete dove, ma soprattutto, come buttare le confezioni di polistirolo della carne? Se la risposta è negativa, non temete. Siete nel posto giusto! Ecco tutti i passaggi  per riciclarlo al meglio.

Carta, plastica, forse anche organico, fare la raccolta differenziata implica una disciplina ed una memoria non indifferente. Ogni prodotto, infatti, ha una propria unicità ed è proprio sulla base di questa che va sviluppata una corretta condotta ecologica. Tuttavia, non è sempre semplice o, addirittura, immediato capire come smaltire correttamente i nostri rifiuti.

Riciclo confezione di polistirolo
Fonte: Canva

Per evitare di incappare in errori grossolani, è sempre meglio fare un ripasso generale. Uno di questi è proprio il contenitore in polistirolo della carne confezionata. Finché si tratta di piatti di plastica, bottiglie di vetro o scarti alimentari, insomma, sappiamo rispondere con decisione, ma già il polistirolo potrebbe mettere in crisi le nostre sicurezze in materia di riciclo.

Sapete, infatti, dove, ma soprattutto, come buttare le confezioni di polistirolo della carne? Se la risposta è negativa, non temete. La soluzione è a portata di scroll.

Come riciclare il polistirolo

Il polistirolo è il segno del benessere e della produzione industriale – delle volte – incontrollata. Insomma, si produce molto di più di quanto si riesca affettivamente a consumare. Se prima la carta, infatti, contraddistingueva un’acquisto più rionale, fatto nella macelleria di fiducia vicino casa, il polistirolo ha lasciato il posto invece a catene di supermercati con carne proveniente da ogni parte del mondo.

Bancone di un supermercato
Fonte: Canva

Un privilegio sì, ma che va trattato con cura. Proprio per questo è importante sapere come riciclare correttamente le confezioni di polistirolo della carne. Scopriamo insieme come. Il polistirolo espanso – materiale rigido ma leggero – è il tipo di materiale usato per confezionare prodotti alimentari come carne, pesce, frutta e verdura.

Le vaschette sono riconoscibili per la loro la sigla PS o PS 06 che li rende adatti al confezionamento degli alimenti. Data la “natura” chimica del prodotto – è infatti un polimero come la plastica – la vaschetta si può riciclare gettandolo nella stessa pattumiera dedicata alla raccolta della plastica. Ma non è finita qui.

smaltimento confezione carne
Foto da Canva

Non basta aprire la confezione, rimuovere la carne e buttare alla bell’e meglio il polistirolo dentro il bidone. Prima il polistirolo va lavato, pulito e le eventuali rimanenze di cibo vanno rimosse accuratamente, allora il suo corretto riciclaggio sarebbe compromesso. Una volta pulita la vaschetta però, c’è un ultimo passaggio da seguire. Nel caso in cui siano rimasti attaccati fogli o etichette di alluminio, anche queste vanno tolte.