Versa la cola sul rubinetto e guarda che cosa succede: pazzesco!

Che sia Coca-Cola o Pepsi, se vi limitate solo a berla con amici e parenti, sappiate che vi state perdendo un ottimo alleato, anche super economico, per il rubinetto di casa. 

Forse quando John Stith Pemberton, l’inventore della famosissima e fortunatissima bevanda, ha assaggiato per la prima volta ad Atlanta un bicchiere di Coca-Cola non avrebbe mai potuto immaginare quale eredità, molto zuccherata, avrebbe lasciato ai posteri. Da Nord a Sud, da Est a Ovest, infatti, tutti conoscono ed apprezzano la Cola, soprattutto quella light zero zuccheri accanto ad un cheeseburger doppio. Ma quella è un’altra storia.

Cola, alleato contro il calcare
Fonte: Canva

Ma sapevate che, oltre a riempiervi la pancia d’aria, può essere usata per pulire il rubinetto di casa? Sì, è vero, l’accostamento non è immediato, ci sono tanti prodotti in commercio e la bevanda dall’intenso color caffè, non rientra tra i primi, né tra i più diffusi. Eppure, si tratta di un ottimo alleato, anche super economico, contro il calcare.

Perché, infatti, gettarla via, dopo magari alcuni giorni in frigo, quando potreste usare l’avanzo in maniera intelligente? Ma non solo. I tradizionali anticalcare, infatti, sono composti principalmente da acidi come l’acido ammidosolfonico. La produzione massiva, chimica ed industriale contribuisce, quindi, all’inquinamento ambientale, così come lo smaltimento dei flaconi in plastica. Se non riciclati adeguatamente, insomma, impiegano anni ed anni prima di degradarsi.

E poi, che male non fa, una bottiglia di Cola, anche sottomarca, costerà molto meno rispetto agli anticalcare, che non sono multitasking. Insomma, aprite il frigo, versatevi un bicchiere di Pepsi o Coca-Cola e con quella che rimane, vi spieghiamo come rimuovere il calcare.

Cola e calcare: la reazione che non ti aspetti

Quando si forma il calcare il mood a casa cambia. Facce lunghe e gita al supermercato, infatti, accompagnano la sua presenza sgradita. Tuttavia, a meno che non si scelga di rinunciare a temperature e pressioni elevate per evitare che si cristallizzino le sostanze rilasciate dall’acqua, non temete. Abbiamo la soluzione che farà al caso vostro.

Scrostare il rubinetto
Fonte: Canva

La Coca-Cola, infatti, è capace di scrostare anche il calcare più ostinato. Prendete un panno, intingetelo nella cola e poi passatelo sul vostro rubinetto, il principale amico del calcare che ha però i minuti contato. Basta poco per accorgersi della differenza e per avere un lavello della cucina perfettamente pulito.

Attenzione alle superfici
Fonte: Canva

Un’accortezza però è fondamentale prima di procedere con panno e bottiglia aperta. Controllate, infatti, che la Coca-Cola non si troppo aggressiva per le vostre superfici, allora sarete costretti a cambiare il rubinetto e non è il caso.