ASMR: il fenomeno YouTube che ha conquistato il web. Ma perché? Il motivo è pazzesco!

É ASMR mania! Tutti, ma proprio tutti, vanno pazzi per il fenomeno YouTube che sta spopolando anche su TikTok. Vi basta solo sentire qualche video per compiere la magia. 

Se non avete mai sentito parlare dell’ASMR significa che siete o troppo anziani (scusateci) oppure non avete problemi a trovare la pace anche in mezzo alla confusione (in questo caso, diteci il vostro segreto). Si tratta, infatti, di un fenomeno non troppo recente in realtà, eppure ultimante – anche grazie a TikTok – il fenomeno YouTube partito in sordina ha conquistato il web.

ASMR
Fonte: Canva

Sempre più persone si affidano all’ASMR, trovando la sera pace e conforto solo tramite questi video che possono durare anche un bel po’. Ma cos’è l’ASMR e perché è così popolare tra i più giovani? Con l’acronimo ASMR si intende Autonomous Sensory Meridian Response, in altre parole risposta autonoma del meridiano sensoriale. Per quanto possa sembrare a prima lettura complicato, in realtà si tratta di una pratica molto semplice e immediata.

Questi video, infatti, hanno il super poter di rilassare, mantenendo così bassi i livelli di stress e favorendo, inoltre, il sonno, ideale per chi ha difficoltà ad addormentarsi o, peggio, soffre di insonnia. Molte persone sono totalmente affascinate e dipendenti dai video proprio per la piacevole sensazione di formicolio che si avverte partendo dal cuoio capelluto fino alle spalle e al torace. Insomma, assomiglia a una goduria sensoriale percepita anche come orgasmo cerebrale. Ma cosa avviene in questi video, tanto da essere considerati dei veri e propri toccasana per l’anima?

ASMR, ovvero il piacere del rumore bianco

Non sapete perché, eppure il suono del phon vi rilassa tantissimo, così come la pioggia o il rumore del mare? Ecco, in realtà si tratta di forme “naturali” di ASMR, ovvero di tutti quei rumori bianchi che fanno bene allo spirito, in una sorta di catarsi tutta a carico del suono e delle sue riproduzioni.

Microfono
Fonte: Canva

Ma dietro all’ASMR si è creata col tempo una sorta di “professione”: sono tanti, infatti, i content creator che caricano su YouTube video mentre masticano rumorosamente, sussurrano oppure picchiettano le dita su un microfono o una bottiglia, creando dei suoni di sottofondo molto apprezzati dalla community che ne chiedono sempre di più, lasciando anche delle mance ad esempio su Twitch, una piattaforma streaming in diretta.

Relax sonoro
Fonte: Canva

Tuttavia, le origini dell’ASMR sono da ricondurre non al web, ma al tubo catodico. Si pensa infatti che sia stato il pittore Bob Ross, apparso in tv negli anni Ottanta, a dar vita a questo di “intrattenimento”, grazie alla sua voce e al suo modo di parlare calmo e quieto. Col tempo però, quello che era un fenomeno puramente casuale, ha acquisito molta importanza, a causa anche della vita frenetica che conduciamo e che spesso non ci fa nemmeno dormire la notte.

Impostazioni privacy