Allarme integratore: ritirato dal commercio per pubblicità ingannevole

La pubblicità ingannevole non si ferma, ma anche questa volta viene smascherata. Dopo l’allarme questo integratore è stato ritirato dal commercio.

Non è certamente la prima volta che ci troviamo qui per parlare di pubblicità ingannevole. Purtroppo si tratta di una questione estremamente complessa e anche molto difficile da arginare.

pubblicità ingannevole integratore ritirato dal commercio
(Pixabay)

Al giorno d’oggi in particolare, con la mole di aziende e prodotti disponibili ci troviamo davanti ad un mercato ormai saturo e in continua competizione. Esistono soluzione per ogni tipologia di necessità e le grandi aziende cercano di impegnarsi soprattutto nell’aspetto comunicativo e pubblicitario per riuscire ad aggiudicarsi una fetta di consumatori.

Come ben sappiamo però, esistono brand differenti che producono lo stesso prodotto, ma non tutti i prodotti sono uguali. Ce ne sono alcuni validi, altri meno, e ognuno di questi si differenzia per caratteriste e peculiarità specifiche.

Le aziende affermate, dai valori saldi, cercano di sponsorizzare ciò che producono in maniera onesta, lineare, mettendo in risalto i reali punti di forza del bene che stanno vendendo. Ma non funziona così per tutti, molte volte accade di imbattersi anche in imprese che pur di vendere dichiarano il falso, affermando cose che non hanno nulla a che vedere con la realtà.

Si tratta di un metodo oltre che meschino, anche illegale! Divulgando informazioni fuorvianti all’interno di una pubblicità, si rischia infatti di incorrere in sanzioni penali e nel contempo di prendere in giro gli acquirenti.

La pubblicità ingannevole dell’integratore contro la stanchezza

Il prodotto sul quale vogliamo fare luce oggi è quello della Lattoferrina 200 Immuno, un integratore commercializzato e pubblicizzato in particolar modo sui canali televisivi della rete Rai a Febbraio 2022.

(Facebook)

L’integratore in questione è stato presentato attraverso degli spot pubblicitari nei quali veniva sottolineata la sua efficacia nel rinforzare il sistema immunitario, contrastando così la stanchezza stagionale.

Non a caso è stata utilizzata proprio la frase “Stanchezza di stagione?”, un’espressione che lascia poco spazio ad interpretazioni. Tuttavia, il Comitato di Controllo dell’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria, dopo aver eseguito alcuni accertamenti ha scoperto che quanto era stato divulgato dall’azienda non corrispondesse in alcun modo alla realtà.

Purtroppo, quanto affermato all’interno del video spot non è mai stato dimostrato e quindi risulta a tutti gli effetti una dichiarazione falsa e fuorviante.

L’integratore che promette falsi benefici

L’azienda produttrice dell’integratore che abbiamo appena citato, Promo Pharma, non è la prima volta che viene citata in giudizio a causa delle sue pubblicità poco conformi alla legge.

(Facebook)

Tuttavia, il caso della Lattoferrina è quello che ha più destato incredulità poiché questa volta hanno fatto leva su una questione ancora più fuorviante. Oltre ad aver affermato che l’integratore 200 Immuno fosse un grande alleato contro la stanchezza, hanno esordito all’interno di uno spot con la frase:

 “Lattoferrina l’alleato naturale contro il coronavirus”.

Alludendo al fatto che questo prodotto potesse in qualche modo combattere il Covid-19. Ovviamente si tratta di una pubblicità ingannevole a tutti gli effetti poiché non esiste alcuno studio scientifico a dimostrazione di tutto ciò.

Abbiamo voluto riportare qui il caso di questa azienda perché è importante essere informati su questo genere di situazioni. Avere la consapevolezza di quanto accade nel mondo della comunicazione pubblicitaria ci fornisce gli strumenti per proteggerci ed essere sempre attenti alle truffe.