31.4 C
Rome

Quando fiorisce il deserto più arido del mondo

Nell’Atacama troviamo un vero e proprio miracolo cioè il deserto più arido del pianeta. La particolarità è vedere migliaia di fiori emergere dalle crepe.

Ecco come appare il deserto più arido del mondo tra i mesi di agosto e settembre. (Foto: Instagram @ienjoyhiking)

In Cile troviamo questo posto meraviglioso che di certo non è un posto qualunque. Si tratta infatti del luogo più secco del mondo se si esclude ovviamente la zona polare. Si tratta di un clima che risulta addirittura 50 volte più secco del Sahara uno dei deserti più famosi del mondo. Quando piove il deserto si riempie improvvisamente di colori.

Sicuramente la monotonia del paesaggio arido si interrompe circa ogni cinque anni prima dei mesi che precedono la primavera. L’acqua è come se fosse un miraggio, ma compaiono tantissimi fiori dai colori straordinari.

Acqua e vita nel deserto più arido

Lo splendido campo fiorito si trova ad accentuare nella zona costiera del Cile e si estende partendo da La Serena verso nord con 1600 chilometri. Predominanti sono le specie endemiche come l’azulillo, le zampe di guanaco, le orecchie di volle e l’huille.

Come mai si verifica il fenomeno in questione? Si tratta di una conseguenza del cambiamento climatico che viene associato al fianco di quel fenomeno El Nino. Piogge insolite arrivano all’improvviso. Per dire nel 2015 in un giorno sono caduti 157.3 mm di acqua che sono equivalenti a tutto quello che può cadere in 14 anni.

Il miracolo della fioritura è qualcosa incredibile.

Crepe di essiccazione e banca dei semi

Le condizioni meteorologiche cambiano anche a seguito degli spostamenti climatici con le piogge che vanno ad accentuare le piogge invernali.

In questa regione troviamo un lago temporaneo che occasionalmente si riempie grazie alle piccole piogge. In quel campo si depositano argille che sono alla base come piccolissime porzioni di umidità nel terreno.

Quando il liquido evapora per il caldo si perde volume e le argille rimangono e contraendosi si rompono. Così la terra si spacca in piccoli poligoni che trattengono umidità interstiziale provocando quelle che vengono chiamate crepe di disseccamento.

Ecco come appare la terra screpolata di Atacama. (Foto: Pixabay)

Un banco di semi o bulbi di oltre 200 specie sono nascosti sotto la terraferma come una sorta di riserva in tempi di siccità per emergere quando la pioggia diventa protagonista. Nelle fessure del distaccamento sorgono quelli che sono i fiori tanto particolari grazie ai semi sotterranei.

Si tratta di fatto di un miracolo che continua a ripetersi in altre zone del mondo come a Catamarca in Argentina dove troviamo il Campo de Arenal, poi anche negli Stati Uniti dell’Arizona e in Australia e Perù.

Autore: L. Cabrera

Related Articles

Latest Articles