31.4 C
Rome

Fantascienza: Cosa accadrebbe in un mondo senza api secondo Black Mirror

Black Mirror ci porta a riflettere su cosa accadrebbe se non esistessero le api e se fossero di fatto sostituite da piccoli insetti robotici.

110 / 5000
Resultados de traducción
Nella narrativa futuristica britannica, le api sono piccoli robot. (Foto: Screenshot dell’episodio)

Tutti conoscono la serie tv di Netflix che ci presenta uno scenario futuribile criticando però di fatto la tecnologia. Nell’episodio 6 della terza stagione troviamo uno scenario molto particolare di fatto senza api. L’impatto sugli esseri umani è sicuramente devastante, basta seguire il filo logico del racconto.

La puntata si intitola “National Hate” dove gli umani sembrano aver trovato la soluzione all’assenza in natura di api, si parla infatti della sostituzione di questi con dei piccoli insetti robotici che sono protagoniste dell’impollinazione.

Sicuramente il risultato che vediamo all’interno della serie ci porterà a ragionare sul futuro delle api per cercare di proteggerle ed evitare dei problemi. Finché gli uomini saranno coinvolti in queste decisioni il rischio è di rovinare l’ecosistema e di ritrovarci dentro a un mondo che ci si potrebbe rivoltare contro.

Se non avete visto l’episodio però fermatevi qui perché ci saranno degli spoiler proprio legati alla nota serie tv.

La tecnologia nelle mani sbagliate…

Nell’episodio di Black Mirror troviamo una società che convive con insetti robotici che impollinano la città. Quindi è normale incontrarli anche per strada.

Tutto procede per il meglio finché non arriveranno i primi omicidi con persone attaccate sui social network e poi destinati a una morte terribile.

Le api robotiche creano persino i propri favi. (Foto: Screenshot dell’episodio)

Queste persone in comune hanno il fatto che hanno utilizzato tutte un comportamento in grado di creare numerosi dissidi. L’odio poi è una situazione che mette nelle condizioni l’uomo di farsi di fatto del male da soli.

Saranno due investigatori della polizia a scoprire come gli omicidi stessi siano stati compiuti dalle api. Dopo aver ricevuto migliaia di commenti che portano il riferimento dell’hashtag “morto a”.

Quando tutto si complica, esce la verità

Scopriranno così che le api sono state in realtà hackerate e che l’azienda che le ha create di fatto non possiede più la possibilità di controllarle da vicino.

Di fatto i robot sono stati programmati per attaccare chi ha replicato più #deadto. Inizia così un lungo percorso per salvare il primo della lista ed evitare un altro omicidio. Il prossimo però sarà un politico di un altro rango.

Le api robot diventano una minaccia incontrollabile. (Foto: cattura video di YouTube)

La polizia poi scoprirà che il Governo ha fatto un investimento davvero molto importante sulla società che ha sviluppato queste api. L’obiettivo non era salvare la natura e dunque impollinare, ma controllare i cittadini per prevenire i crimini attraverso delle telecamere.

Tornati a controllare le api queste verranno nuovamente hackerate e inizieranno ad attaccare tutte le persone unite di fronte all’hashtag. Uccideranno oltre 300mila persone riuscendo ad entrare nella mente degli uomini per dare una bella lezione morale.

Black Mirror dunque lancia un messaggio importante legato al mondo animale con la scomparsa delle api e l’attacco informatico che colpiranno l’ecosistema.

Autore: C. Barrionuevo

Related Articles

Latest Articles