31.4 C
Rome

Inquinamento luminoso: quando la luce genera effetti drastici

L’inquinamento luminoso cresce di anno in anno e colpisce tutti: interi ecosistemi, animali ed esseri umani.

Fino a poche centinaia di anni fa, il giorno e la notte hanno scandito la vita degli esseri viventi, plasmando la loro esistenza. Sia la luce che l’oscurità sono di fondamentale importanza per il mantenimento dei sani cicli biologici. Nonostante l’importanza che ricopre l’alternanza di luce e buia, l’inquinamento luminoso cresce di anno in anno provocando  effetti negativi sulla vita degli animali e sulla salute delle persone. 

Ma quanto cresce la luminosità delle nostre città in un solo anno? L’Unoosa – Ufficio delle Nazioni Unite per gli affari dello spazio extra-atmosferico – ha stimato una crescita pari al  2% annuo. 

Eppure gli effetti della continua esposizione alla luce artificiale sono noti. Molte specie di animali, come gli invertebrati, hanno bisogno dell’oscurità per sopravvivere, inoltre l’oscurità è necessaria per lo sviluppo della vita per la maggior parte degli animali sulla Terra. Gli effetti della luce artificiali sugli È dimostrato che, in molte specie, la luce artificiale genera disorientamento, mortalità di massa e disturbi di routine. Ma non solo gli animali soffrono la mancanza di oscurità, questa ha anche conseguenze significative sulla salute delle persone.

Gli effetti dell’inquinamento luminoso sugli uomini

La luce artificiale è senz’altro una delle alterazioni più drastiche che l’uomo abbia fatto sulla Terra.

Uno degli effetti studiati dall’Università di Potsdam (Germania) sull’assenza di buio è relativa all’alterazione causata della scarsa produzione di melatonina. Gli scienziati infatti  avvertono che la presenza costante di luce nelle nostre vite limita la produzione di melatonina noto come l’ormone dell’oscurità, il prezioso ormane che ci aiuta a indurre il sonno. Quando restiamo a lungo esposti alla luce artificiale durante la notte, la secrezione di questo ormone viene limitata.

È probabile quindi che l’esposizione notturna alla luce artificiale può essere una delle tante cause di malattie o disturbi legati al sonno come come insonnia, obesità, disturbi agli occhi e malattie mentali.

Dormire al buio o comunque in buone condizioni di oscurità ci aiuta quindi a supportare diverse funzioni vitali quali il sonno, il metabolismo e la digestione.

Diritto a cieli scuri e puliti

Nel mondo, sempre più organizzazioni e cittadini chiedono un’illuminazione notturna più controllata. Non solo per i problemi di salute che ciò comporta, ma anche per il volume di carbonio emesso nell’atmosfera dalla continua illuminazione notturna.

Recentemente un gruppo di giovani attivisti contro il cambiamento climatico ha effettuato un intervento a Parigi spegnendo manifesti aziendali che venivano lasciati accesi di notte quando questo non era realmente necessario.

Secondo l’ONG Dark Sky Association, un terzo dell’illuminazione disponibile negli Stati Uniti è accesa tutta la notte quando non è necessaria. L’organizzazione stima che questo costa 3 miliardi di dollari all’anno.

L’inquinamento luminoso influisce anche sulla possibilità di poter osservare correttamente il cielo e il patrimonio naturale e culturale del mondo. Questo è il motivo per cui questi attivisti sostengono il diritto di avere cieli notturni oscuri che consentano agli scienziati di studiare il cielo, i dilettanti si godono le stelle e mitigano gli impatti sulla salute.

Related Articles

Latest Articles